Arriva una nuova app virale per Facebook, genera status in automatico

(ANSA) Un’app sviluppata per Facebook che rovista tra i profili degli utenti e genera ‘status’ in maniera automatica, in base ai vecchi messaggi scritti sulla propria bacheca. Spesso con risultanti esilaranti. E’ l’app ‘What Would I Say?’ (Cosa potrei dire?) inventata da un gruppo di laureati a Princeton, età media 25 anni, solo pochi giorni fa durante un evento informatico dell’Università. ”Abbiamo milioni di viste da tutto il mondo, decine di migliaia dall’Italia”, dicono all’ANSA gli ideatori. L’applicazione è come un gioco che prende le vecchie frasi dando un significato a volte sgrammaticato, a volte nuovo e inaspettato. Sta diventando virale Oltreoceano e sta iniziando a comparire sulle bacheche italiane di Facebook (è compatibile con il social network ma non è stata inventata dall’azienda di Mark Zuckerberg). Per provarla è necessario andare sul sito ufficiale (http://what-would-i-say.com/) chiedere di ‘generare uno status’ automatico, con la possibilità di postarlo poi sul proprio profilo Facebook. ”Non abbiamo piani immediati di espansione – spiegano gli ideatori – ma molte persone hanno espresso interesse in un’applicazione per Twitter”. (ANSA, 18 novembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Giovanni Ciarlariello via da Sky Italia. Lascia l’incarico di chief media, digital and data officer

Giovanni Ciarlariello via da Sky Italia. Lascia l’incarico di chief media, digital and data officer

Rete unica, Vestager: importante è indipendenza del gestore. Valutare se ci sono legami con venditori al dettaglio

Rete unica, Vestager: importante è indipendenza del gestore. Valutare se ci sono legami con venditori al dettaglio

5g, l’Ue ai governi: banda larga fondamentale. Lanciare le reti entro marzo 2021

5g, l’Ue ai governi: banda larga fondamentale. Lanciare le reti entro marzo 2021