ExpòLive, il social network per far dialogare imprese italiane e russe

(ANSA) Un social network per far conoscere e dialogare le imprese italiane con quelle russe: è ExpòLive.it, piattaforma creata dalla Regione Friuli Venezia Giulia con Informest, al centro di un accordo siglato oggi a Mosca dall’agenzia per l’internazionalizzazione con l’Associazione degli Imprenditori della capitale russa. “Oggi la vera innovazione è quella del sistema di supporto alle imprese – ha detto la presidente di Informest, Silvia Acerbi, prima della firma dell’accordo -. Siamo molto felici di questa intesa per migliorare ancora la cooperazione tra i nostri due Paesi, a pochi giorni dall’importante vertice intergovernativo del presidente Vladimir Putin a Trieste con il presidente del Consiglio, Enrico Letta”. La piattaforma web, in italiano e in russo, è nata con l’obiettivo di supportare l’internazionalizzazione delle imprese, e ospita una vera e propria pagina dell’azienda, sullo stile dei più diffusi social network. Gli imprenditori possono conoscere i dati e le novità dei loro futuri partner in un ambiente protetto e ‘validato’ dal lavoro di Informest, che certifica le informazioni. Èpresente un’area per presentare le proprie offerte o le esigenze, e ricevere una risposta diretta dal mercato. Nei primi quattro mesi ExpòLive.it ha registrato le prime 200 imprese italiane o russe provenienti da 21 settori. Il progetto è anche stato scelto dalla Commissione Europea come prioritario nell’ottica della cooperazione tra l’Unione Europea e la Federazione russa.(ANSA, 29 novembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Morisi, guru social di Salvini, indagato per droga a Verona. “Chiedo scusa a tutti, ho bisogno di tempo per me”

Morisi, guru social di Salvini, indagato per droga a Verona. “Chiedo scusa a tutti, ho bisogno di tempo per me”

Stellantis Italy, D’Amico riorganizza la divisione public relations and communication

Stellantis Italy, D’Amico riorganizza la divisione public relations and communication

La Cina ha vietato le transazioni in criptovalute

La Cina ha vietato le transazioni in criptovalute