Russo lancia il nuovo Wired: integrazione tra carta, web e mobile

Massimo Russo, direttore di Wired, presenta oggi la nuova versione del mensile di Condé Nast dedicato a innovazione e Internet. Si tratta di una revisione complessiva, che tocca sia il modo di lavorare – la redazione del giornale e quella del sito web ora sono infatti integrate – sia la concezione del brand.

Massimo Russo, direttore di Wired

Massimo Russo, direttore di Wired

Wired cambia all’insegna del motto ‘Questo non è un giornale’, spiega una nota. Al mensile rinnovato si affiancheranno in modo sempre più significativo l’organizzazione di eventi e il digitale, con un nuovo sito. Focus non più sulla tecnologia ma sull’innovazione, e sull’intersezione tra questa e l’economia, con l’obiettivo di non raccontare solo storie ma di fornire soprattutto strumenti utili.

Target i millennials, i nati dopo il 1980, una generazione che non trova nulla che le parli nei media tradizionali, e i ‘ribelli silenziosi’ tra i 35 e i 50 anni, quanti non si rassegnano alla decrescita felice e nonostante le profezie di sventura ogni giorno intraprendono, inventano, sbagliano, realizzano.

Il nuovo Wired – continua la nota – non solo tratterà di innovazione ma la metterà in pratica: è infatti il primo magazine in Italia a integrare la redazione tra mobile, web, carta e tablet, e a realizzare il digital first.

“Le specializzazioni non saranno più per piattaforma ma per tema”, spiega il direttore Massimo Russo. “Digital first non significa che pubblicheremo prima online e poi sulla carta, ma che il nostro lavoro partirà dalla relazione con la nostra comunità sul digitale, oltre 250mila persone che ogni giorno ci scelgono sul sito e sui social. Non è un’innovazione tecnica, ma di cultura”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto