Il Time cerca la persona dell’anno. Ecco i 10 finalisti.

(TMNEWS) A poche ore dalla nomina ufficiale di “persona dell’anno”, la rivista Time ha diffuso l’elenco dei finalisti. A contendersi l`ambito riconoscimento destinato, secondo le stesse parole usate da Time, “alla persona che ha avuto il maggiore impatto, positivo o negativo, sugli eventi dell`anno”, sono rimasti in dieci. Tra le personalità in lizza, per il mondo politico, figurano il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, già vincitore nel 2008 e nel 2012, e il senatore repubblicano del Texas Ted Cruz, ma anche il dittatore siriano Bashar al Assad e il neo presidente dell`Iran Hassan Rohani.

Ancora, la segretaria dell’Health Human Services, Kathleen Sebelius, nel ciclone delle polemiche per l’Obamacare, la “talpa” della NSA, Edward Snowden, ed Edith Windsor, attivista per i diritti gay. C`è spazio anche per la provocatoria cantante Miley Cyrus, per l’amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos (che quest’anno ha comprato il Washington Post) e per Papa Francesco, che proprio ieri si è fatto sentire con un forte appello: “La fame nel mondo è uno scandalo”. (TMNEWS, 11 dicembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La metà degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch

La metà degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch

Nasce Gedi Watch, magazine digitale che racconta storie, personaggi e territori. E con lui al via le dirette web Gedi Watch Live

Nasce Gedi Watch, magazine digitale che racconta storie, personaggi e territori. E con lui al via le dirette web Gedi Watch Live

Pirateria online. Mediaset vince causa contro Dailymotion (Vivendi) e Veoh. Risarcimento milionario. “Tutelato il lavoro degli editori”

Pirateria online. Mediaset vince causa contro Dailymotion (Vivendi) e Veoh. Risarcimento milionario. “Tutelato il lavoro degli editori”