Prs confermata concessionaria esclusiva dei canali Sport1, Sport2 e Sport3 (ex Sportitalia)

Il 18 dicembre il Tribunale Civile di Milano, confermando integralmente il provvedimento già emesso dal presidente l’11/09/2013 e confermato in data 30/09/2013 in accoglimento del ricorso di Prs ex art. 700 c.p.c., dopo aver sentito le parti in contraddittorio, ha ordinato ad Edb Media ed alla Sitcom Media Srl, quale successore del contratto di concessione stipulato tra Prs ed Edb Media Srl, di dare corso all’esecuzione del contratto di concessione pubblicitaria, ribadendo il rispetto dell’esclusiva in capo a Ps Srl in relazione alla commercializzazione degli spazi pubblicitari sui canali 60-61-62, precedente denominati Sportitalia ed attualmente denominati Sport1, Sport2 e Sport3. Lo rende noto un comunicato diffuso da Prs Mediagroup.

Il provvedimento ha confermato anche il relativo obbligo di Sitcom Media Srl di trasmettere regolarmente la pubblicità raccolta da Prs.

Edb Media e Sitcom Media pertanto sono state inibite dallo svolgere attività di raccolta pubblicitaria, direttamente o indirettamente, sui canali televisivi di cui alle numerazioni 60-61 e 62 e ciò “anche in caso di cambiamento della denominazione” degli stessi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”