‘Fuga d’amore’: il nuovo spot di Spencer & Lewis racconta la fine di una storia, quella tra l’Italia e i giovani

“Non è stato facile lasciarti. Ma è stata l’unica scelta possibile. Ti amavo. Ti amo ancora. Ma le nostre strade dovevano dividersi. Certo, non è stato facile affrontare tutto da solo. Dover ricominciare. Ricostruire la mia vita. Pensare per una volta solo a me…”.

Una lettera d’amore. La fine di una storia. Inizia così la nuova campagna virale di Spencer & Lewis, l’agenzia di comunicazione ogni anno propone uno spunto di riflessione in vista delle feste natalizie.

“Ti ho dato la colpa a lungo, perché non hai fatto nulla per tenermi stretto a te. Non ho rimpianti. E non devi averne neanche tu. Ci abbiamo provato e non ha funzionato. Forse un giorno deciderò di tornare”.

La storia entra nel vivo, ma questa volta la lettera nasconde un finale a sorpresa:
“Ora sono felice qui. Amo quello che faccio. E si sa… in amore, a volte, vince chi fugge. A presto, Italia”. E il messaggio finale: “Auguri cervelli. Ovunque siate fuggiti”.

“La storia finita è quella tra il giovane laureato e il suo Paese – spiega Massimo Romano, amministratore delegato di Spencer & Lewis – Ogni anno l’Italia permette che i suoi ragazzi migliori lascino il Paese alla ricerca del loro sogno. In questo modo perdiamo le nostre migliori risorse. La nostra campagna è anche un appello alle Istituzioni affinché lavoro e giovani tornino in cima alla lista delle priorità. L’Italia ha bisogno di ripartire da qui”.

Spencer & Lewis non è nuova ad iniziative di sensibilizzazione. Nel 2011 lo spot sull’italianità e la creatività made in Italy. Lo scorso anno un invito a “correre il rischio” e diventare artefici del proprio destino e quest’anno un augurio a tutti i “cervelli in fuga”.

Lo spot non ha come protagonista un attore, ma un ragazzo che ha realmente lasciato l’Italia per lavorare a Londra. Uno dei nostri cervelli fuggiti all’estero.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Al via la campagna di Confcommercio “Compro sotto casa perché mi sento a casa”

Al via la campagna di Confcommercio “Compro sotto casa perché mi sento a casa”

In edicola il numero 600 di ‘Abitare’, rivista arrivata alla soglia dei 60 anni

In edicola il numero 600 di ‘Abitare’, rivista arrivata alla soglia dei 60 anni

Assegnati gli Oscar di Bilancio 2020 di Ferpi. Ecco i vincitori della 56esima edizione

Assegnati gli Oscar di Bilancio 2020 di Ferpi. Ecco i vincitori della 56esima edizione