Nel 2013 Google ha ricevuto 235 milioni di segnalazioni per rimuovere link a contenuti pirata. Nel 2012 erano meno di 60 milioni

Nel corso del 2013 Google ha ricevuto 235 milioni di richieste per la rimozione di contenuti che violano il copyright.

Il sito per la condivisione di contenuti in peer2peer TorrentFreak ha esaminato il Google Transparency Report (disponibile anche in italiano): in 12 mesi le richieste di rimozione sono quadruplicate.

Le aziende che inviano più spesso segnalazioni sono la Nbc Universal, Warner Bros., Microsoft, Disney e Fox.

Il rapporto tra segnalazioni e rimozione dei contenuti dal motore di ricerca è di circa dieci a uno: di tutte le segnalazioni ricevute, 210 milioni di link continuano a essere raggiugibil da Google mentre 21 milioni sono stati rimossi.

È Lynda.com che detiene il primato delle richieste di rimozione. Il popolare sito di video tutorial ha inviato più di un milione di richieste di rimozione. Per il 57% delle volte non è stato preso alcun provvedimento.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

De Benedetti festeggia il primo anno di ‘Domani’ e conferma la nascita della Fondazione

De Benedetti festeggia il primo anno di ‘Domani’ e conferma la nascita della Fondazione

Boom di ascolti per i trionfi olimpici di Jacobs e Tamberi. I fenomenali 9.80 seguiti da 6,9 milioni di spettatori, 46,2% di share

Boom di ascolti per i trionfi olimpici di Jacobs e Tamberi. I fenomenali 9.80 seguiti da 6,9 milioni di spettatori, 46,2% di share

Tim celebra l’essenza del tifoso italico affidandosi al mitico Oronzo Canà –  LO SPOT IN ANTEPRIMA Tim celebra l’essenza del tifoso italico affidandosi al mitico Oronzo Canà –  LO SPOT IN ANTEPRIMA

Tim celebra l’essenza del tifoso italico affidandosi al mitico Oronzo Canà – LO SPOT IN ANTEPRIMA