Anche l'ex cancelliere Schroeder spiato dall'americana Nsa

Condividi

(TMNews) L’agenzia di sicurezza americana Nsa non avrebbe spiato solo il telefonino di Angela Merkel, ma anche le conversazioni del predecessore socialdemocratico Gerhard Schroeder: lo hanno rivelato la Sueddeutsche Zeitung e l’emittente pubblica Ndr.
Schroeder sarebbe stato intercettato a partire dal 2002 dopo il rifiuto di partecipare al conflitto in Iraq. Fu grande la tensione tra l’ex cancelliere e l’allora presidente degli Stati Uniti George W.Bush, quando Berlino scelse la linea astensionista. Secondo le rivelazioni, Schroeder da fine 2002 è finito sotto il numero 388 nella cosiddetta National Sigint Requirement List (Nsrl), la lista americana di persone e organizzazioni da tenere sotto controllo.
La Nsa non aveva solo l’incarico di raccogliere i metadati (e-mail e altre conversazioni elettroniche), ma anche le telefonate e gli sms. Poco dopo lo scandalo intercettazioni sul cellulare di Merkel, la Bild am Sonntag aveva già scritto, citando fonti anonime, che anche Gerhard Schroeder era stato spiato dagli americani a partire dal 2002.
Non si è detto sorpreso dalla notizia, il grande conoscitore della Germania, Jack Janes, dell’American Institute for Contemporary German Studies: “Le tensioni tra Bush e Schroeder erano altissime”, ha spiegato. Lo stesso ha affermato l’ex cancelliere Spd, che però al tempo non aveva fatto i conti con possibili intercettazioni da parte degli Stati Uniti. (TMNews, 5 febbraio 2014)