Grandi manovre sui diritti Uefa tra Sky e Mediaset Premium

Condividi

(ANSA) Dopo anni di diritti condivisi tra le due pay tv italiane (Sky e Mediaset Premium) la Champions e l’Europa League stanno per dividere di nuovo le platee televisive italiane. A poche ore dalla chiusura del bando sull’assegnazione delle prossime edizioni delle due manifestazioni continentali, il quadro che si delinea e’ di un ”viaggio” di andata e ritorno nei prossimi anni delle due manifestazioni tra Sky e Mediaset Premium. A quanto si apprende in ambienti televisivi internazionali, Sky non estendera’ alla prossima stagione l’accordo per la cessione dei diritti esclusivi della Champions a Mediaset Premium, rimanendo titolare esclusiva pay, nella stagione 2014/2015, delle gesta delle prime due del campionato (al momento Juventus e Roma con grande vantaggio) e della terza italiana che dovesse qualificarsi. Mediaset, a sua volta, in vantaggio nell’aggiudicazione delle successive edizioni di Champions grazie a una offerta monstre (si parla di un aumento del 50% rispetto all’offerta di due anni fa) rimarrebbe per una stagione senza la massima manifestazione continentale, per poi poter vantare a sua volta una esclusiva negli anni successivi, nei quali, pero’, contemporaneamente non potrebbe contare sui diritti della Europa League, per aggiudicarsi i quali Sky e’ in forte vantaggio e che vanta ascolti in decisa crescita. Non e’ escluso pero’ che un quadro del genere, con diritti ‘a macchia di leopardo’ convinca le due emittenti a trovare un accordo che non costringa i telespettatori a scegliere. (ANSA, 10 febbraio 2014)