Diffamazione: assolti i giornalisti, condannato il blogger

Condividi

Un blogger è stato condannato ad un anno di reclusione per diffamazione aggravata a mezzo stampa per aver ripreso un articolo il cui autore – citato a giudizio con la stessa imputazione insieme al direttore della testata – era stato invece assolto perchè ‘il fatto non costituisce reato’. Le sentenze sono di due giudici del Tribunale di Roma.
La vicenda, scrive Lsdi, è “un’ulteriore testimonianza del caos che caratterizza la politica giudiziaria nei confronti dell’informazione nel nostro Paese”.
Il blogger, riporta Il Fatto Quotidiano, è stato dichiarato responsabile dei reati previsti dall’articolo 595, terzo comma, del codice penale e dall’articolo 13 della legge 47/1948 sulla stampa, e condannato alla pena di un anno di reclusione, per giunta senza benefici di legge.
L’autore dell’articolo, Riccardo Bocca dell’Espresso, e il direttore di allora, Daniela Hamaui, erano stati assolti dallo stesso Tribunale perché quell’articolo non era stato ritenuto diffamatorio.
Il caso è raccontato sul Fatto Quotidiano e su Info Oggi.