Windows Xp è ancora su un quarto dei pc mondiali anche se il sistema operativo Microsoft è andato in pensione ad aprile

(ANSA)  Windows Xp, il sistema operativo che Microsoft ha mandato in pensione ad aprile, è ancora installato su un quarto dei pc mondiali. Secondo i dati di Net Applications, ad agosto ha registrato una flessione inferiore all’1% (passando al 23,89% dal 24,82% di luglio). Stabile in testa c’è Windows 7 con il 51,21% del mercato, mentre Windows 8 e 8.1 raggiungono insieme il 13,37%. L’altra piattaforma di Microsoft, Vista, si attesta al 3%. Mac OsX 10.9 di Apple cresce lievemente al 4,29%. Linux è a l’1,67%.
L’abbandono di Windows Xp risulta quindi lento. Considerando che a marzo il sistema operativo aveva una fetta di mercato del 29,53%, potrebbero volerci un paio d’anni per vederlo sparire da tutti i Pc. Xp è presente soprattutto sui computer privati, mentre su quelli aziendali la sua quota è inferiore al 10%.
Il problema risiede nel fatto che la mancanza di aggiornamenti di sicurezza espone gli utenti di Xp a rischio hacker. Il passaggio ad un sistema operativo più sicuro, tuttavia, potrebbe essere a breve incentivato dal lancio del nuovo Windows 9, atteso da Microsoft alla fine di questo mese.(ANSA).

Satya Nadella

Satya Nadella

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Incitamento all’odio su Internet, il sottosegreario agli Interni Sibilia: Fenomeno in crescita, serve una Digital act europeo

Incitamento all’odio su Internet, il sottosegreario agli Interni Sibilia: Fenomeno in crescita, serve una Digital act europeo

Fnsi in piazza a Bolzano, Lorusso: Lavoro giornalistico sempre più precario, abbiamo chiesto al governo di aprire un tavolo sull’informazione

Fnsi in piazza a Bolzano, Lorusso: Lavoro giornalistico sempre più precario, abbiamo chiesto al governo di aprire un tavolo sull’informazione

Malagò: Milano-Cortina in grave ritardo ma ora la nave è partita. L’autonomia del Coni? Legge assurda ma il calvario è finito

Malagò: Milano-Cortina in grave ritardo ma ora la nave è partita. L’autonomia del Coni? Legge assurda ma il calvario è finito