Windows Xp è ancora su un quarto dei pc mondiali anche se il sistema operativo Microsoft è andato in pensione ad aprile

(ANSA)  Windows Xp, il sistema operativo che Microsoft ha mandato in pensione ad aprile, è ancora installato su un quarto dei pc mondiali. Secondo i dati di Net Applications, ad agosto ha registrato una flessione inferiore all’1% (passando al 23,89% dal 24,82% di luglio). Stabile in testa c’è Windows 7 con il 51,21% del mercato, mentre Windows 8 e 8.1 raggiungono insieme il 13,37%. L’altra piattaforma di Microsoft, Vista, si attesta al 3%. Mac OsX 10.9 di Apple cresce lievemente al 4,29%. Linux è a l’1,67%.
L’abbandono di Windows Xp risulta quindi lento. Considerando che a marzo il sistema operativo aveva una fetta di mercato del 29,53%, potrebbero volerci un paio d’anni per vederlo sparire da tutti i Pc. Xp è presente soprattutto sui computer privati, mentre su quelli aziendali la sua quota è inferiore al 10%.
Il problema risiede nel fatto che la mancanza di aggiornamenti di sicurezza espone gli utenti di Xp a rischio hacker. Il passaggio ad un sistema operativo più sicuro, tuttavia, potrebbe essere a breve incentivato dal lancio del nuovo Windows 9, atteso da Microsoft alla fine di questo mese.(ANSA).

Satya Nadella

Satya Nadella

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer