La Procura di Roma ha chiesto l’archiviazione per il caso dei ‘turni fantasma’ in Rai

(TMNews) E’ stato impossibile dimostrare in modo oggettivo lo svolgimento o meno di turni notturni, giornate festive e straordinari da parte di giornalisti del Tg1. Con questa motivazione la Procura di Roma ha chiesto l’archiviazione del procedimento che riguardava 44 cronisti dell’emittente pubblica nei cui confronti è stato ipotizzato il reato di truffa.
I pm Luca Palamara e Laura Condemi nell’atto riportano comunque che non c’è un adeguato sistema di controllo da parte dell’ente di viale Mazzini.

Il provvedimento è stato notificato alla presidente dell’azienda, Anna Maria Tarantola. I magistrati hanno informato i vertici della Rai visto che hanno svolto accertamenti sulla base di un esposto che era stato presentato dalla stessa Rai come parte offesa. A sollevare il caso dei cosiddetti ‘turni fantasma’ era stato un dossier anonimo di cui si era avuta notizia tra la fine del 2012 ed i primi mesi del 2013. Le successive verifiche dell’internal audit Rai ha portato poi alla presentazione di una denuncia.

Nella richiesta di archiviazione, i pm Condemi e Palamara ricordano che alla luce delle incongruenze tra maggiori richieste ed ore effettivamente lavorate non si può affermare che esistesse un adeguato sistema di controlli e di verifica delle prestazioni straordinarie indicate. Insomma “il sistema così strutturato costituisce una prassi lacunosa che non può, tuttavia, imputarsi automaticamente agli indagati”. (TmNews, 5 settembre 2014)

Luigi Gubitosi, direttore Rai (foto-Olycom)

Luigi Gubitosi, direttore Rai (foto-Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi