Anche Google fa il suo smartphone low cost: costa 100 dollari e debutta in India. YouTube funzionerà anche offline

(ANSA) I mercati in crescita fanno gola e dopo Microsoft-Nokia anche Google si lancia nel low cost. La società di Mountain View ha presentato in India i primi smartphone che girano sulla sua piattaforma Android One, pensata per portare dispositivi economici nei paesi in via di sviluppo. Creati con i costruttori locali Micromax, Karbonn e Spice, i telefonini hanno display da 4,5 pollici e un prezzo che parte da 105 dollari. Altra importante novità che riguarda al momento solo l’India: Google ha annunciato l’arrivo di una versione ad hoc di YouTube con cui scaricare i video e riguardarli offline per un minore impatto sulla bolletta. Quello dei paesi in via di sviluppo è un bacino potenziale che interessa a siversi big dell’hi-tech. Solo in India, secondo i dati di Idc, nel 2013 le vendite di smartphone sono quasi triplicate raggiungendo i 44 milioni di unità, mentre nel primo semestre del 2014 le consegne erano già a quota 36 milioni. “Le persone vanno online e accedono alle informazioni sempre più spesso via smartphone”, osserva Big G in una nota. “Se 1,75 miliardi di persone hanno già uno smartphone, non è così per la maggioranza della popolazione mondiale, oltre 5 miliardi. Ciò significa che la maggior parte delle persone possono solo fare chiamate vocali ma non contattare la famiglia attraverso una video chat, usare le mappe per trovare l’ospedale più vicino o semplicemente fare una ricerca sul web. Vogliamo portare queste esperienze a più persone”. Gli smartphone lanciati sono ‘dual sim’, montano una fotocamera posteriore da 5 megapixel più una frontale da 2 megapixel, hanno un processore quad-core MediaTek da 1.3 GHz e 1GB di Ram. A breve arriveranno proposte diverse in termini di dotazione hardware, dimensioni e colori grazie all’adesione al programma di società come Acer, Alcatel, Asus, Htc, Lenovo, Panasonic e Qualcomm, spiega Google, aggiungendo che Android One sbarcherà in Indonesia, Filippine, Bangladesh, Nepal, Pakistan e Sri Lanka entro il 2014, con altre nazioni che si aggiungeranno l’anno prossimo. (ANSA).
Y89-SAM/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Edicola, La strada giusta per il dopo. Gli editoriali del 2 giugno di Verdelli sul ‘Corriere’ e di Mauro su ‘Repubblica’

Edicola, La strada giusta per il dopo. Gli editoriali del 2 giugno di Verdelli sul ‘Corriere’ e di Mauro su ‘Repubblica’

Gazzetta dello Sport, l’assemblea approva la solidarietà con riduzione dell’orario del 15%

Gazzetta dello Sport, l’assemblea approva la solidarietà con riduzione dell’orario del 15%

<strong> 1 giugno </strong> Il giovane Montalbano doppia Dunkirk. Brignano batte Ranucci e Porro. Gruber fa 8 e mezzo

1 giugno Il giovane Montalbano doppia Dunkirk. Brignano batte Ranucci e Porro. Gruber fa 8 e mezzo