Google: boom di richieste da parte dei governi mondiali per ottenere i dati degli utenti

(ANSA) Le richieste di ottenere i dati degli utenti come email e indirizzi Ip, inoltrate a Google dai governi mondiali nell’ambito di indagini criminali, sono aumentate del 150% negli ultimi anni, con una crescita del 15% nella prima metà del 2014. I dati emergono dall’aggiornamento del Report sulla Trasparenza pubblicato da Mountain View. Le richieste da parte del governo Usa sono cresciute del 250% dal 2009, anno della prima pubblicazione del report, e del 19% nel primo semestre di quest’anno. Da gennaio a giugno 2014 le domande ricevute da Google hanno superato quota 30mila, per il 65% delle quali la società ha fornito alcuni dati. Gli Stati Uniti primeggiano con 8.211 richieste per citazioni in giudizio e 3.187 per mandati di perquisizione, più un migliaio per varie tipologie di ingiunzione. In Europa si distinguono per volumi la Germania (3.338 richieste) e la Francia (3.002). Il Regno Unito si attesta a 1.535 richieste, l’Italia a 1.108. Fuori dall’Ue si segnalano l’India (2.794) e Singapore (1.086). (ANSA, 16 settembre 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target

Apple lancia i Podcasts a pagamento (Apple Podcasts Subscriptions). Del Sole 24 Ore e Storie Libere i primi canale pay italiani

Apple lancia i Podcasts a pagamento (Apple Podcasts Subscriptions). Del Sole 24 Ore e Storie Libere i primi canale pay italiani

Appello Fnsi al governo: Pnrr non basta, servono interventi strutturali per l’informazione

Appello Fnsi al governo: Pnrr non basta, servono interventi strutturali per l’informazione