Roma: con Unilever un raggio di luce sui Fori Imperiali

La possibilità di visitare anche alla sera i Fori Imperiali, la straordinaria area archeologica al centro della Capitale, dovrebbe diventare una realtà il 21 aprile del prossimo anno, in concomitanza con il Natale di Roma. Lo ha annunciato il sindaco Ignazio Marino alla presentazione del progetto di ‘Illuminazione artistica permanente’ affidato al Premio Oscar Vittorio Storaro.

La realizzazione comporterà un investimento fra il milione e il milione e mezzo di euro che il Comune spera di coprire con l’intervento dei cosiddetti mecenati. Il primo a collaborare, assumendosi l’onere del progetto (circa 100mila euro), è stata la multinazionale anglo-olandese Unilever, che vende prodotti di largo consumo a circa due miliardi di consumatori in tutto il mondo ed è impegnata a promuovere e sostenere iniziative di ampio interesse pubblico.

Vittorio Storaro (foto Olycom)

Vittorio Storaro (foto Olycom)

Rendere fruibili i Fori Imperiali anche di notte, grazie alla particolare illuminazione, come l’ha inventata Storaro, non solo affascinerà e stupirà i visitatori, ma il linguaggio della luce li introdurrà – come ha sottolineato – in un certo tipo di racconto che renderà più comprensibile i concetti espressi con l’architettura del tempo, fra il I secolo a.C e il II secolo d.C., che da un lato voleva assicurare la funzionalità degli spazi e dall’altro dare, come nel caso del Foro di Augusto, l’equilibrio della forza e della conquista con il senso dell’armonia e della pace nell’impero.

Per ora, attraverso il computer, la luce firmata Storaro sale su ruderi prestigiosi, ma virtuali, muri, colonne e bassorilievi, come un sole che sorge e si espande su tutto e poi torna, illuminando con vigore il punto di incontro fra cielo e terra, come a sottolineare una pacificazione. Insieme al Foro di Augusto il progetto ha interessato anche quello di Nerva e Traiano con altrettanti stupendi linguaggi della luce.

In primavera dovrebbe concludersi invece la non facile realizzazione, che vuol dire lo smantellamento dell’esistente e la totale sostituzione con corpi illuminanti a lead, che oltre a prestarsi a precise ottiche consentano un buon risparmio energetico. (C.S.)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione