Brunetta chiede chiarimenti alla Vigilanza Rai sullo stop di ‘Presunto Colpevole’

(ITALPRESS) Il presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, ha presentato un’interrogazione in Commissione di vigilanza Rai per chiedere chiarimenti ai vertici aziendali, in merito alla cancellazione del programma ‘Presunto colpevole’, dal palinsesto di Raidue. “Si apprende che il programma di cronaca ‘Presunto colpevole’ – scrive il capogruppo azzurro a Montecitorio – non figurerebbe nella programmazione 2014-2015 di Raidue. La trasmissione, scritta dai giornalisti Sergio Bertolini, Paola Bulbarelli, Giuseppe Ciulla e Andrea Ruggieri, racconta storie di ‘mala giustizia’ e risulta in tal modo peculiare. Il programma e’ perfettamente in linea sia con la missione di servizio pubblico, propria della Rai, poiche’ da’ voce a cittadini vittime di errori giudiziari, sia con la cosiddetta ‘spending review’ messa in atto anche dalla tv pubblica, anche considerando il positivo riscontro di pubblico, rispetto a costi di produzione irrisori. Risulta pertanto assolutamente incomprensibile e immotivata la scelta della direzione di Raidue di escludere ‘Presunto colpevole’ dal palinsesto”. Nell’interrogazione il presidente Brunetta chiede anche una “valutazione al fine di un possibile reinserimento della trasmissione all’interno della programmazione Rai”. (ITALPRESS 18 settembre 2014).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi