- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Confcommercio: l’e-commerce non sente la crisi e continua a crescere a doppia cifra in Italia. Il turismo fa ancora la parte del leone

(TMNews) Il mercato dell’e-commerce non sente la crisi e continua a crescere a doppia cifra in Italia avvantaggiando quegli esercizi commerciali che se ne avvalgono. È quanto emerge dall’indagine Confcommercio-Format “Il negozio nell’era di internet” che segnala come nel 2013 il valore degli acquisti online degli italiani sia salito l’anno scorso del 15% rispetto al 2012 arrivando a 12,6 miliardi di euro.
In Italia, spiega lo studio, l’e-commerce è cresciuto dal 2006 ad oggi a un ritmo di circa il 20% all’anno. Unica eccezione il passaggio dal 2008 al 2009 in cui è rimasto sostanzialmente costante. Un dato, sottolinea Confcommercio, che “ovviamente va interpretato tenendo conto del picco della crisi e confrontato con l’andamento del fatturato delle imprese che non hanno fatto e-commerce”. Infatti le piccole e medie imprese che hanno fatto e-commerce sono cresciute del +1,3% l’anno proprio nel triennio 2008-2010 contro il -4,5% di chi non aveva nessuna presenza online e il -2,4% di chi aveva un solo sito vetrina.
Il turismo fa ancora la parte del leone così come la vendita online di biglietti per i trasporti (aereo, treno, ecc.) che con circa 4,9 miliardi di euro pesa per il 72% sul totale delle vendite del settore.
Ruolo significativo di informatica ed elettronica (1,2 mld) e di assicurazioni e servizi finanziari in genere (1,14 mld). “Abbastanza sorprendentemente, ma solo per chi non conosce il settore” rileva l’indagine ” l’abbigliamento con 1,36 miliardi di controvalore, il comparto che registra per il sesto anno consecutivo il tasso di crescita maggiore (+30%).

Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio [1]

Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio