Alibaba fissa il prezzo delle azioni a 68 dollari, è la maggiore ipo della storia

(ANSA) Alibaba record. Il colosso cinese dell’ecommerce fissa a 68 dollari il prezzo delle sue azioni, una cifra con la quale e’ valutata 167,7 miliardi di dollari, ovvero piu’ di eBay, Twitter e LinkedIn insieme. Con l’ipo Alibaba raccoglie 21,77 miliardi di dollari, divenendo la maggiore ipo della storia americana. Includendo il possibile esercizio delle opzioni, la raccolta sale a 25 miliardi di dollari, con i quali Alibaba e’ la maggiore ipo della storia mondiale. Una cifra con la quale offusca infatti il precedente primato di 22,1 miliardi di dollari detenuto dall’altra cinese Agricultural Bank of China. L’Amazon o l’eBay dell’Est, cosi’ come viene definita Alibaba, e’ un ‘bazaar’ gigante che ha numeri che vanno al di la’ dei due colossi americani. Nel 2013 ha realizzato vendite per 248 miliardi di dollari, piu’ di Amazon e eBay insieme. Il ‘bazaar’ cinese si descrive come un gruppo che ”combatte per i piu’ piccoli”, in riferimento alle piccole e medie imprese che punta ad aiutare. E la sua quotazione a Wall Street si presenta come una sfida anche per il sistema normativo americano. Alibaba, infatti, ha una struttura societaria complessa, basata sulla ‘partnership’, e in base alla normativa cinese gli investitori stranieri non possono controllare direttamente asset strategici del Paese. Da qui il ricorso a una struttura conosciuta come ‘entita’ a interesse variabile’. Chi acquistera’ azioni Alibaba non acquistera’ di fatto una piccola quota della societa’, ma le azioni di un’entita’ registrata alle Cayman che per contratto riceve profitti da Alibaba e dai suoi asset ma che non li controlla. Alibaba ha rivisto negli ultimi giorni al rialzo il prezzo dell’ipo, inizialmente fissato fra 60 e 66 dollari per poi essere ritoccato a 66-68 dollari. Una revisione che si e’ resa necessaria a fronte di una forte domanda. E la scelta del numero 68 potrebbe non essere casuale, dato che 68 e’ un numero fortunato in Cina. Per le banche Alibaba e’ un test per l’appetito del mercato verso le societa’ tecnologiche. L’ipo di Alibaba sembra in grado di far tornare l’euforia della bolla dotcom anche se, secondo gli osservatori, le societa’ hi tech di ora sono piu’ solide rispetto a quelle degli anni 2000. (ANSA, 19 settembre 2014)

Jack Ma, presidente di Alibaba (foto Xinhua)

Jack Ma, presidente di Alibaba (foto Xinhua)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione