Dieci testate di Cairo Editore vanno su Ipad. L’abbonamento alle riviste anche da smartphone

Bell’italia, I Monografici Bell’italia, Bell’europa, In Viaggio, Gardenia, Airone, Natural Style, For Men, Arte e Antiquariato sono le 10 testate di Cairo Editore disponibili su iPad con app e un numero di prova in omaggio.

Lo comunica l’editore secondo cui su Apple Store si possono scaricare gratuitamente le app che consentono di acquistare le riviste in formato elettronico, scegliendo un singolo numero, l’abbonamento o gli arretrati. L’utente potrà visualizzare immagini in Alta Definizione e un sommario interattivo per avere tutto a portata di clic e avrà così la possibilità di ingrandire a piacimento testi, foto e disegni.

Per ogni testata c’è la possibilità di acquistare una copia singola (gli arretrati sono disponibili a partire dai numeri dell’estate 2012), l’abbonamento mensile oppure l’abbonamento annuale.

Un’ulteriore novità. Cairo Editore è la prima casa editrice a consentire il pagamento degli abbonamenti cartacei con Up mobile, l’applicazione di Banca Sella che permette di pagare le riviste del gruppo con un qualsiasi smartphone, iPhone e Android, attraverso l’uso di un codice datamatrix. I lettori possono dunque pagare il loro abbonamento senza code negli uffici postali e senza uscire di casa.

Urbano Cairo (foto Olycom)

Urbano Cairo (foto Olycom)

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, da Mibact  40 milioni per la filiera del libro. Firmati i decreti attuativi del Dl Rilancio

Editoria, da Mibact 40 milioni per la filiera del libro. Firmati i decreti attuativi del Dl Rilancio

Radio, con la Fase 2 torna a farsi sentire l’ascolto in auto (+20%). Ter: nuove abitudini con la “nuova normalità”

Radio, con la Fase 2 torna a farsi sentire l’ascolto in auto (+20%). Ter: nuove abitudini con la “nuova normalità”

Arriva il Fondo Salva Calcio della Figc: 21,7 milioni di euro. Gravina: volano per la ripresa del sistema calcio

Arriva il Fondo Salva Calcio della Figc: 21,7 milioni di euro. Gravina: volano per la ripresa del sistema calcio