Vogue Italia festeggia 50 anni con una mostra e l’archivio digitale

Con una mostra allestita nella sede dove 50 anni fa Vogue Italia è nata, in Piazza Castello 27 a Milano, il mensile della Condé Nast diretto da Franca Sozzani ha celebrato l’anniversario e il grande e importante lavoro di digitalizzazione del suo straordinario archivio, ora online nel sito www.voguearchive.it.

Franca Sozzani (foto Olycom)

Franca Sozzani (foto Olycom)

“Ho sempre pensato che la moda fosse qualcosa di più di una bella donna con un bell’abito. La moda è capacità di attrarre e catalizzare l’attenzione su tematiche attuali, di interesse sociale. Per questo, a volte, ho preferito rischiare di essere fraintesa e di generare controversia, ma sempre nell’ottica di impegnarmi in prima persona per le giuste cause”, spiega Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia dal 1988. “Molto del racconto del nostro lavoro è dunque racchiuso nell’archivio storico di Vogue Italia che oggi vogliamo aprire facendo partecipare tutti alla costruzione di un nuovo storytelling per i prossimi decenni. L’archivio di Vogue Italia offrirà soprattutto ai giovani la possibilità di percorrere la storia della moda in modo rapido e del tutto personalizzabile. Di facile consultazione, l’archivio contribuirà a formare la capacità critica di ciascuno, già così diffusa nelle arti, nella musica e nel cinema, anche nel mondo della moda”.

La mostra ‘Vogue Archive: Celebrating 50th Anniversary of Fashion’ sarà aperta con visite guidate su prenotazione fino al 5 ottobre (tutte le informazioni sul sito http://www.vogue.it/partner/v50/) e si avvale del patrocinio della residenza del Consiglio dei ministri e del patrocinio del Comune di Milano.

Le pareti della sede Condé Nast di Piazza Castello sono state rivestite di una carta da parati speciale che riproduce oltre 200 gigantografie delle immagini più celebri che hanno fatto la storia del costume e della moda italiana dalle pagine di Vogue Italia. Proiezioni e schermi interattivi suddivisi su oltre 700 mq di superficie e due piani del palazzo, mostrano le copertine che hanno fatto la storia di Vogue Italia e i backstage dei servizi più iconici: i volti delle modelle, i fotografi più celebri e i designer più geniali. Il percorso espositivo ripropone lo schema e alcune sezioni dell’archivio digitale, il quale offre livelli di selezione e ricerca sofisticati: da Designers, Hair&Make up, Models & Photographers fino a temi più specifici come Animalier, Boots, Embroidery, Shining, Tuxedo e Trends.

L’archivio – spiega un comunicato – mette a disposizione servizi, foto, articoli, campagne pubblicitarie, portfolios e molto altro, catalogati nei minimi dettagli e, quindi, soggetti ai criteri di ricerca più avanzati e personalizzabili. Dal prossimo novembre una seconda fase completerà la piattaforma digitale con nuovi strumenti di ricerca e nuove funzionalità social, che punteranno sulla partecipazione attiva degli utenti, valorizzando ancora di più l’archivio come strumento di supporto non solo per le scuole di moda e design ma anche per tutti i giovani appassionati alle tendenze e allo stile. La ricchezza di contenuti consente infatti di sfogliare oltre 623 numeri consultabili in hd, più di 200 mila pagine e migliaia di tag che permettono di effettuare ricerche avanzate, specialistiche e sempre più approfondite.

Vogue Archive – precisa il comunicato –  prevede differenti modalità di accesso e abbonamento che rispecchiano i bisogni e gli interessi dei consumatori, dando anche la possibilità di accedere con registrazione gratuita (con feature di ricerca limitate), per passare all’abbonamento magazine annuo a 19,90 euro che consente ricerche illimitate e ampio accesso ai contenuti, fino ad arrivare al prestigioso abbonamento Archive Full, che permette di visualizzare le immagini in hd e di formulare ricerche illimitate con libero accesso all’archivio integrale. In questo modo Vogue Archive intende essere un prezioso strumento di marketing e promozione per le aziende, oltre che un tool indispensabile per l’utenza professionale.

La storia di Vogue Italia (.doc)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Covid, appello di Serie A e Figc al governo: sistema rischia collasso, aiuti per compensare danni. Dal Pino: calcio è industria

Covid, appello di Serie A e Figc al governo: sistema rischia collasso, aiuti per compensare danni. Dal Pino: calcio è industria

Appello di Franceschini alle tv per dare spazio a cultura: aiuto al settore anche sperimentando nuove produzioni

Appello di Franceschini alle tv per dare spazio a cultura: aiuto al settore anche sperimentando nuove produzioni

Gli editori alle Regioni: consentire vendita di libri nel weekend in supermercati e grandi strutture

Gli editori alle Regioni: consentire vendita di libri nel weekend in supermercati e grandi strutture