Il Comitato di Redazione del Gr Rai sulla rimodulazione dell’informazione: “Questa è mistificazione e disinformazione”

(AGI) “Per la Rai, il taglio del numero delle edizioni di Gr2 e Gr3 e la riduzione della durata di quelle ancora in onda su Radio 2 sarebbero dovuti all’esigenza di evitare che alla stessa ora vadano in onda le stesse cose sui tre canali della Radiofonia. Questa non e’ altro che mistificazione e disinformazione dell’azienda, intorno alla cosiddetta ‘rimodulazione’ dell’offerta informativa sui canali dell’emittenza pubblica. “. Il comitato di redazione del Gr Rai commenta cosi’ l’audizione del direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi, davanti alla Commissione parlamentare di vigilanza sul servizio pubblico.

In una nota, il cdr sottolinea come sia “un dato di fatto che si stia procedendo a una marginalizzazione dei notiziari su Radio 2 e Radio 3, a tutto beneficio delle dirette concorrenti commerciali, che non si sognerebbero mai di lasciare il loro pubblico senza informazione per quattro o cinque ore consecutive”. “Per questi motivi – conclude il comunicato – il cdr del Giornale Radio ha inviato una lettera al direttore generale Gubitosi, ponendogli quelle domande che non gli sono state rivolte dalla Commissione di Vigilanza. In assenza di risposte, di fronte al muro di gomma eretto dall’azienda, si dara’ immediata attuazione al mandato di sciopero deciso in assemblea”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi