Sallusti vs Travaglio sull’editoriale di de Bortoli contro Renzi (VIDEO)

“Il Corriere della Sera se ne intende di massoneria, nella sua storia ha avuto dei passaggi di grande contiguità con la massoneria. Ma soprattutto è di proprietà di quella lobby dei grandi banchieri, finanzieri e imprenditori che hanno i loro interessi e pagano le tasse all’estero… Insomma, tutto quel mondo che predica democrazia ma non risconosce il consenso popolare”. A dirlo è il direttore del Giornale Alessandro Sallusti, ospite di Servizio Pubblico condotto da Michele Santoro, commentando l’editoriale il cui il direttore del quotidiano di Via Solferino, Ferruccio de Bortoli, ha attaccato Renzi e la sua gestione del potere.

Marco Travaglio ribatte: “Solo in Italia ci si meraviglia che un giornale attacchi il governo. De Bortoli ha segnalato una serie di errori che vengono segnalati anche da giornali internazionali che non hanno interesse a far cadere Renzi. De Bortoli si è limitato a notare che Renzi ha sbagliato completamente agenda”.

Clicca qui per vedere il video su Ilfattoquotidiano.it

Da sinistra Alessandro Sallusti, Michele Santoro e Marco Travaglio

Da sinistra Alessandro Sallusti, Michele Santoro e Marco Travaglio

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer