- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Restyling per il sito della Stampa: niente rivoluzioni ma una ‘svolta soft’

Semplicità, identità, innovazione e autorevolezza: sono le parole con cui La Stampa [1] descrive i recenti cambiamenti del suo sito, che a settembre ha registrato il più alto dato di affluenza del 2014, con oltre 148 milioni di visitatori. Niente rivoluzioni e niente effetti speciali, ma una ‘svolta soft’ finalizzata ad implementare il sito senza snaturarlo, spiega il quotidiano.

Mario Calabresi, direttore della Stampa (foto Olycom) [2]

Mario Calabresi, direttore della Stampa (foto Olycom)

Come si legge in una nota, cambia in primo luogo il menu del sito, con più spazio ai canali più visitati e una maggiore facilità di navigazione. Cambiano anche i caratteri e le soluzioni grafiche dei titoli principali dell’homepage, più chiari e leggibili, e si arricchisce l’area multimediale. Rubriche, canali e contenuti speciali del sito, soprattutto quelli del MediaLab, per il quale La Stampa si è appena aggiudicata il Gran Prix della Rai, hanno ora un loro spazio privilegiato, per proporre sempre le ultime novità.

Nuova veste grafica e contenuti rinnovati anche all’interno dei canali, che si arricchiscono anche di pagine-vetrina multicanale come Tempo Libero e Nord Ovest.
Tempo Libero, che raggruppa gli argomenti dedicati allo svago, tra cui viaggi, cucina, arte e spettacolo, risponde al desiderio dei lettori di poter avere a disposizione in una sola schermata, il più ampio menu di proposte dedicate all’approfondimento dei propri interessi personali. Nord Ovest riunisce razionalmente le notizie di cronaca ed i principali eventi legati alle province di questa parte dell’Italia.

Ogni articolo de La Stampa è ora una mini-homepage, ricca di approfondimenti, link correlati, proposte di lettura e gallery video e fotografiche per andare più a fondo su ciascuna storia, scoprendo nuovi percorsi di lettura. Foto e video permettono di essere ingranditi, per diventare finestre spalancate sulla realtà da navigare su pc, smartphone o tablet.

Sono in cantiere – conclude la nota della Stampa – nuove iniziative che, a breve, renderanno il sito non solo ancora più ricco ma ne faciliteranno ulteriormente la consultazione su tutti i mezzi tecnologici.