Lotta dura della Rea per l’emittenza locale

Dure le posizioni uscite dalla Conferenza nazionale Rea che si è tenuta a Milano il 2 ottobre. I punti fondamentali sono riassunti nella risoluzione finale in cui si affrontano i temi legati al riassetto radiotelevisivo, la pianificazione lcn, i canoni per i diritti d’uso delle frequenze, il sostegno economico all’emittenza locale, il regolamento per l’accesso ai contributi, le provvidenze all’editoria e la pianificazione della banda fm.

Da sottolineare il punto 8 relativo ai diritti connessi illegali: “Si invitano le emittenti radiofoniche a sospendere i pagamenti dei diritti connessi a Scf (Società consortile fonografici) per non correre il rischio di pagare diritti di opere che, non essendo pubblicate e prezzate, non le competono”, si legge nel documento.

Clicca qui per scaricare il testo integrale della risoluzione finale (.pdf)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cresce la produzione audiovisiva in Italia. Apa: alla fiction il primato; Rai resta leader ma aumenta il peso degli Ott

Cresce la produzione audiovisiva in Italia. Apa: alla fiction il primato; Rai resta leader ma aumenta il peso degli Ott

Nel 2023 la svolta per i giornali, con adv digital che superera quella su carta. PwC: con Covid ricavi in calo drastico per i media; ripresa in 5 anni

Nel 2023 la svolta per i giornali, con adv digital che superera quella su carta. PwC: con Covid ricavi in calo drastico per i media; ripresa in 5 anni

Nel 2019 ogni settimana il 61% degli europei ha guardato il servizio pubblico del proprio paese. Dati Ebu: tg e news i programmi più offerti

Nel 2019 ogni settimana il 61% degli europei ha guardato il servizio pubblico del proprio paese. Dati Ebu: tg e news i programmi più offerti