Le Monde dà il via alla fase di rinnovamento: 29 giornalisti passano al web

(TMNews) Parte il rinnovamento a Le Monde, dove da oggi 29 giornalisti in più lavoreranno all’edizione digitale. Senza voler rivoluzionare le abitudini dei suoi lettori, il quotidiano di riferimento del centrosinistra francese ha imposto piccoli ritocchi, incentrando l’edizione cartacea su articoli di grande formato, esclusive e articoli di analisi. Fra le principali innovazioni, l’editoriale che passa nell’ultima pagina del fascicolo principale, le pagine di dibattiti e analisti al centro e due nuove pagine, una delle quali dedicata ai media e al digitale.
L’edizione stampata continua a rappresentare l’80% dei ricavi del gruppo, ma il digitale, con il 15%, è in costante crescita e ha raggiunto i 25 milioni di fatturato nel 2013.
Inizialmente, il piano di trasferimenti doveva riguardare 53 giornalisti sui 400 che compongono l’effettivo della redazione. Il conflitto sindacale che ne è scaturito ha portato alle dimissioni della direttrice, Natalie Nougayrede, sostituita da Gilles van Kote.
Le Monde, che ha perso circa l’1% dei suoi lettori in un anno, con 267.900 copie vendute è una delle testate francesi che ha resistito meglio alla crisi, con gli abbonamenti al digitale che hanno compensato in parte il calo di vendite del giornale.(TmNews, 6 ottobre 2014)

Gilles van Kote, direttore di Le Monde

Gilles van Kote, direttore di Le Monde

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, da Mibact  40 milioni per la filiera del libro. Firmati i decreti attuativi del Dl Rilancio

Editoria, da Mibact 40 milioni per la filiera del libro. Firmati i decreti attuativi del Dl Rilancio

Radio, con la Fase 2 torna a farsi sentire l’ascolto in auto (+20%). Ter: nuove abitudini con la “nuova normalità”

Radio, con la Fase 2 torna a farsi sentire l’ascolto in auto (+20%). Ter: nuove abitudini con la “nuova normalità”

Arriva il Fondo Salva Calcio della Figc: 21,7 milioni di euro. Gravina: volano per la ripresa del sistema calcio

Arriva il Fondo Salva Calcio della Figc: 21,7 milioni di euro. Gravina: volano per la ripresa del sistema calcio