Facebook sta progettando un sistema di pagamenti online con l’app Messenger

(TMNews) – Tutto sarebbe dovuto rimanere segreto. Almeno per ora. E invece uno studente e sviluppatore della Stanford University, Andrew Aude, è riuscito a fare breccia nel sistema e a svelare i progetti futuri di Facebook. Il social network sta studiando un sistema di pagamento online attraverso l’applicazione Messenger. Sarà infatti usata non solo per parlare con gli amici ma anche per inviarsi denaro.Il sistema – come si vede da uno screenshot diffuso da Aude, permetterà di spostare il denaro (attraverso carte di credito) nello stesso modo in cui si invia una foto. Gli utenti potranno aggiungere i dati di bancomat o usare quelle già registrate su Facebook. Secondo Aude il sistema permette solo l’uso di carte di debito (e non di credito), che prevedono un processo di pagamento più semplice e meno costoso e non necessitano di approvazioni ulteriori da parte delle banche. Oltre a questo ci sarà un pin integrato nell’applicazione per migliorare la sicurezza. Non è ancora chiaro se Facebook aggiungerà un costo di commissione in modo da garantirsi delle entrate per ogni transizione. Come scrive TechCrunch, la rivelazione spiega il perché il gruppo fondato da Mark Zuckerberg abbia deciso di mettere alla guida di Messenger, David Marcus, che in passato è stato il presidente di PayPal.

La nuova applicazione di Facebook entrerà in diretta competizioni con sistemi come Venmo, PayPal, Square Cash e tutte le altre app di pagamento peer-to-peer. TechCrunch scrive inoltre che all’inizio l’applicazione dovrebbe essere gratuita e poi potrebbe aggiungere una commissione di un dollaro, ma non ci sono dati a riguardo. Facebook non ha commentato la notizia. (TmNews, 6 ottobre 2014)

Mark Zuckerberg (foto-Olycom)

Mark Zuckerberg (foto-Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Usa 2020, Facebook pronta ad agire in caso di disordini al voto, con misure per controllare meglio post virali o pericolosi

Usa 2020, Facebook pronta ad agire in caso di disordini al voto, con misure per controllare meglio post virali o pericolosi

<strong> 25 ottobre </strong> Mastronardi si conferma, poi Fazio e D’Urso. Juve batte Giletti

25 ottobre Mastronardi si conferma, poi Fazio e D’Urso. Juve batte Giletti

Una famiglia su 4 non ha una connessione per supportare la didattica a distanza

Una famiglia su 4 non ha una connessione per supportare la didattica a distanza