“Attenzione ad Amazon, distruggerà i libri”: l’allarme dell’agente letterario Wylie

(ANSA) Il più importante agente letterario al mondo, l’americano Andrew Wylie, lancia dalla Scuola Holden di Torino un grido d’allarme: il mondo intero stia attento ad Amazon, e faccia regole adeguate a difesa dei libri, altrimenti i libri moriranno. Questo il messaggio che Wylie ha portato nella lezione-conferenza tenuta agli studenti della Holden. “Il problema principale – ha detto – è che Amazon ridurrà gradualmente il prezzo dei libri da 9.99 a 0.99 dollari. Sta cercando di seguire il modello di Apple. Se gli editori non si opporranno, verranno distrutti, e con essi gli scrittori e la cultura stessa”. Secondo Wylie, che vanta tra i “suoi” autori nomi come Saul Bellow, Italo Calvino, Henry Miller, Philip Roth, il Dipartimento di Giustizia americano “dee mettere in campo leggi e verifiche assidue che evitino che Amazon diventi un monopolio fuori controllo”. Lo stesso deve fare l’Europa Wylie ha annunciato che dal prossimo aprile selezionerà uno studente della Holden per includerlo nella sua scuderia. “È una cosa che non ho mai fatto. Non vedo l’ora di scoprire un nuovo talento targato Holden”. Raggiante Alessandro Baricco: “Questa sorpresa ci rende ancora più internazionali e offre ai nostri studenti un’occasione unica”. (ANSA, 12 ottobre 2014)

Andrew Wylie (foto Olycom)

Andrew Wylie (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

I nuovi dati Ads sulla diffusione della stampa. Vendite e abbonamenti carta e digitali di quotidiani e settimanali a marzo, dei mensili a febbraio

I nuovi dati Ads sulla diffusione della stampa. Vendite e abbonamenti carta e digitali di quotidiani e settimanali a marzo, dei mensili a febbraio

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social in aprile. Scanzi domina come sempre la classifica, seguito da Tosa e Porro

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social in aprile. Scanzi domina come sempre la classifica, seguito da Tosa e Porro

Investimenti pubblicitari a marzo, +30,7%. Primo trimestre +3,4% ma senza digital è -1,4%. Nielsen: mancano 125 milioni al pre-Pandemia

Investimenti pubblicitari a marzo, +30,7%. Primo trimestre +3,4% ma senza digital è -1,4%. Nielsen: mancano 125 milioni al pre-Pandemia