Dichiarazione dei diritti in Internet: ecco la bozza aperta alla consultazione pubblica

La bozza di dichiarazione dei diritti in Internet, varata l’8 ottobre 2014 dalla Commissione per i diritti e i doveri relativi ad Internet e disponibile sul sito della Camera e sulla piattaforma dei Media Civici per la consultazione pubblica. Si tratta di un documento composto da un preambolo e da quattordici articoli; dal 27 ottobre tutti i cittadini interessati potranno valutare le proposte della Commissione con commenti e suggerimenti. La consultazione durerà quattro mesi.

“E’ la prima volta che in Italia si istituisce in sede parlamentare una Commissione di studio su questi temi”, si legge in una nota della Camera. “L’idea nasce dalla consapevolezza che considerare Internet uno dei vari media è riduttivo e improprio. Internet è molto di più: è una dimensione essenziale per il presente e il futuro delle nostre società; una dimensione diventata in poco tempo un immenso spazio di libertà, di crescita, di scambio e di conoscenza”.

Scarica il documento integrale con la bozza di dichiarazione dei diritti in Internet (.pdf)

Laura Boldrini, presidente della Camera (foto Olycom)

Laura Boldrini, presidente della Camera (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gubitosi (Tim): Il futuro della tv è nello streaming. Ci sarà tanta domanda di eventi e nuova tecnologia

Gubitosi (Tim): Il futuro della tv è nello streaming. Ci sarà tanta domanda di eventi e nuova tecnologia

Boom del mercato del libro (+44%) nei primi 5 mesi del 2021, oltre 39 milioni di copie vendute. Fumetto super a +182%

Boom del mercato del libro (+44%) nei primi 5 mesi del 2021, oltre 39 milioni di copie vendute. Fumetto super a +182%

Top Manager donne con la migliore reputazione online. A maggio Prada, Ripa e Grieco si confermano sul podio

Top Manager donne con la migliore reputazione online. A maggio Prada, Ripa e Grieco si confermano sul podio