Ryan O’Keeffe, direttore della comunicazione di Enel

Il 30 novembre 2014 Enel annuncia la nomina  di Ryan O’Keeffe come nuovo direttore della comunicazione del Gruppo. Ryan  O’Keeffe arriva il 29 ottobre 2014 in Enel da Finsbury, una delle principali società di consulenza strategica a livello globale, dove ha assistito alcune tra le più grandi aziende del mondo su temi di comunicazione internazionale.

Secondo quanto riporta il comunicato stampa del gruppo, O’Keeffe  si è laureato in lingue moderne nel 2002 presso l’Università di Edimburgo e parla tre lingue europee, tra cui l’italiano. Dopo avere conseguito il diploma post laurea in Management presso l’Università di Witwatersrand a Johannesburg, è stato assunto da UBS Investment Bank per la sua sede sudafricana prima
di trasferirsi a Londra. Nella capitale inglese ha lavorato nei team di M&A e Leveraged Finance, fino alla sua assunzione in Finsbury nel 2006. Nel 2009, ha assunto un incarico pressRyan O’Keeffe (foto Linkedin)o la sede di Finsbury a New York, dove ha trascorso tre anni che lo hanno visto in prima fila nell’operazione di fusione tra Finsbury e la statunitense Robinson, Lerer & Montgomery.

Ryan O’Keeffe ha maturato una solida esperienza nella comunicazione finanziaria e nell’investor relations. Si è occupato anche di comunicazione interna, crisis management ed affari regolatori.

In Enel gestirà lo sviluppo del Brand Identity a livello di Gruppo, della Comunicazione Interna e delle Global Media Relations.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer