Va a ruba il dvd di Papa Francesco in visita ad Assisi, allegato del Corriere dell’Umbria

(ASCA)  Il documentario sulla visita di Papa Francesco ad Assisi il 4 ottobre 2013 e’ andato letteralmente a ruba, il dvd e’ stato realizzato dalla diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, con il sostegno delle casse di risparmio dell’Umbria e la partnership del Corriere dell’Umbria che, martedi’ 28 ottobre, ha fatto il tutto esaurito nella distribuzione gratuita in abbinamento con il quotidiano.

“E’ il segno – ha sottolineato il vescovo della diocesi mons. Domenico Sorrentino – che quel pellegrinaggio deve essere rivissuto, rimesso in moviola, condiviso e meditato per la profondita’ delle parole e dei gesti del Santo Padre. Il titolo ‘Una Mano sul volto’  sta proprio ad indicare il desiderio di abbracciare e di manifestare amore del Pontefice che emerge con forza ed evidenza nelle immagini raccolte nel dvd.

“Siamo soddisfatti di questo risultato – hanno detto il direttore del Corriere dell’Umbria Anna Mossuto e il direttore delle casse di risparmio dell’Umbria Vanni Bovi – perché attraverso questa collaborazione abbiamo permesso a tutta l’Umbria di rivivere un momento straordinario”. Visto il successo dell’iniziativa e le richieste che stanno arrivando anche da fuori regione si sta gia’ pensando a una seconda uscita o a una diversa possibilita’ di fruizione del documentario. (Asca, 30 ottobre 2014).

Papa Francesco (foto Olycom)

Papa Francesco (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Twitter, Dorsey sui post ‘contrassegnati’: continueremo a segnalare errori sul voto. Ma Trump prepara la stretta sui social

Twitter, Dorsey sui post ‘contrassegnati’: continueremo a segnalare errori sul voto. Ma Trump prepara la stretta sui social

Come la pandemia ha cambiato la moda: sul sito di Style un’inchiesta a puntate, oggi sulla comunicazione

Come la pandemia ha cambiato la moda: sul sito di Style un’inchiesta a puntate, oggi sulla comunicazione

Coronavirus, l’Ats di Milano manda sms ai pazienti per errore: “Lei è entrato in contatto con un positivo, resti in casa”

Coronavirus, l’Ats di Milano manda sms ai pazienti per errore: “Lei è entrato in contatto con un positivo, resti in casa”