Il 3 novembre si terrà a Perugia il workshop per i giornalisti: Europa e informazione

(ITALPRESS) Si terra’ lunedi’ 3 novembre (dalle ore 9 alle 13) a San Matteo degli Armeni di Perugia il workshop formativo per giornalisti “Europa e informazione, politica di coesione 2014-20 Umbria” sui temi del fondo sociale europeo e fondo europeo di sviluppo regionale, comunicazione e fonti di informazione regionali, nazionali ed europee, piano di comunicazione “por fesr”, risultati e scenari futuri.

Al workshop, organizzato dall’ordine dei giornalisti dell’Umbria e dal servizio programmazione comunitaria della regione Umbria, interverranno Luigi Rossetti coordinatore regionale imprese, lavoro e istruzione della Regione Umbria su “La politica di coesione, fondo sociale europeo e fondo europeo di sviluppo regionale, gli obiettivi e i programmi dell’Umbria”.

Ewelina Jelenkowska Luca, capo settore stampa e media della rappresentanza commissione europea su “comunicazione e fonti di informazione europee”; Alessandra Antognelli, Europe direct Umbria – Cesar, su “fonti di informazione a livello nazionale/ progetto open coesione/ rete Europe direct Umbria”; Valeria Covarelli, responsabile piano di comunicazione por fesr, regione Umbria su “Il programma operativo Regionale  del fesr: le fonti di comunicazione a livello regionale” e Carlo Cipiciani, dirigente servizio programmazione strategica generale della regione Umbria su “Primi risultati del por fesr della regione Umbria e scenari futuri”. (Italpress, 31 ottobre 2014).

Luigi Rossetti

Luigi Rossetti

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Claudio Longhi, ecco la ‘direzione’ che prenderà il Piccolo Teatro

Claudio Longhi, ecco la ‘direzione’ che prenderà il Piccolo Teatro

Bielorussia, Rsf: 300 giornalisti arrestati dall’inizio delle proteste

Bielorussia, Rsf: 300 giornalisti arrestati dall’inizio delle proteste

Rai, Barachini scrive a Gualtieri e Salini per sollecitare un’audizione su conti e piano industriale

Rai, Barachini scrive a Gualtieri e Salini per sollecitare un’audizione su conti e piano industriale