La Federazione Italiana Superamento Handicap denuncia il sito della Camera: non è accessibile per i disabili

(ANSA)  Il sito della Camera dei deputati non è accessibile alle persone disabili: lo denuncia la Federazione Italiana Superamento Handicap (Fish), che ha inviato un esposto/segnalazione all’Agenzia Italia Digitale, organismo istituito presso la Presidenza del Consiglio che svolge anche attività di controllo e che ha predisposto uno specifico percorso di segnalazione per queste situazioni. Da oltre dieci anni, ricorda la Fish, in Italia sono vigenti disposizioni che impongono che le Pubbliche Amministrazioni forniscano informazioni che siano accessibili e fruibili da tutti i cittadini. Ma ancor oggi molti siti istituzionali sono ancora inaccessibili alle persone non vedenti o ipovedenti e spesso sono scarsamente fruibili da chiunque. Un esempio evidente Fish lo ha riscontrato nel sito della Camera: il testo del ddl di stabilità non risponde ai più elementari requisiti di accessibilità, essendo una scannerizzazione che impedisce una ricerca testuale, ad esempio, nelle tabelle di bilancio.

Ancora più grottesca, secondo la Fish, è l’inaccessibilità della VII Relazione sullo stato di applicazione della Legge 68 in materia di collocamento lavorativo delle persone con disabilità. Secondo la federazione l’Agenzia Italia Digitale, che certamente rileverà la fondatezza della segnalazione, dovrà chiedere alla Camera l’adeguamento dei servizi erogati, assegnando un termine non superiore a 90 giorni per adempiere. “Seguiremo l’evolversi del procedimento – conclude – in un’epoca di digitalizzazione spinta, di enfatizzazione della Pubblica Amministrazione digitale e di open data, le persone con disabilità non possono rimanere ancora una volta escluse e discriminate”. (Ansa, 3 novembre 2014).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti