Al via la terza edizione del ‘Premio InFormazione’ per i praticanti delle Scuole di giornalismo italiane

(ANSA)  L’Associazione giornalisti scuola di Perugia e la Rappresentanza italiana della Commissione europea organizzano e promuovono la terza edizione del concorso giornalistico “Premio InFormazione”, riservato ai praticanti delle Scuole di giornalismo italiane. Il premio – patrocinato dall’Ordine nazionale dei giornalisti, dall’Ordine dei giornalisti dell’Umbria e dall’Associazione stampa umbra – è dedicato alla memoria di Nunzio Bassi, coordinatore didattico per 20 anni della Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia e morto il 29 ottobre 2013.

Obiettivo del concorso – riferisce una nota dell’Associazione giornalisti scuola di Perugia – è valorizzare i giovani iscritti alle scuole di giornalismo italiane. In palio per i più meritevoli quattro borse di studio (dotazione complessiva del premio: 7.000 euro). Gli elaborati in concorso (due le categorie previste: carta stampata/online e servizi per radio/tv) dovranno essere dedicati alla tematica dell’ambiente, intesa in senso lato. Due le sezioni del Premio: una “nazionale” ed una “europea”. Scadenza per l’invio degli elaborati: 16 marzo 2015. La cerimonia di premiazione dei vincitori si svolgerà a Perugia in occasione dell’edizione 2015 del Festival internazionale del giornalismo (15/19 aprile). (Ansa, 3 novembre 2014).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ue a difesa giornalisti: Stati membri garantiscano sicurezza. Nel 2020 oltre 900 attacchi a reporter, tutelarli anche online

Ue a difesa giornalisti: Stati membri garantiscano sicurezza. Nel 2020 oltre 900 attacchi a reporter, tutelarli anche online

Roberto Sergio (Rai Radio) chiede switch off Fm, rilevamento passivo degli ascolti e investe sui podcast

Roberto Sergio (Rai Radio) chiede switch off Fm, rilevamento passivo degli ascolti e investe sui podcast

Fnsi. Giulietti: Unire categoria per futuro di giovani e precari. Lorusso: Indebolire informazione è indebolire democrazia

Fnsi. Giulietti: Unire categoria per futuro di giovani e precari. Lorusso: Indebolire informazione è indebolire democrazia