“La Madia ci sa fare col gelato”: in Rete scoppia la polemica sul servizio sessista di Chi

Web in rivolta contro il servizio fotografico di Chi dedicato a Marianna Madia, il ministro per la Pubblica amministrazione e la semplificazione, che mangia un gelato in compagnia del marito. Il titolo, allusivo, è ‘Ci sa fare col gelato’. “E’ uno schifo”, commenta Federico Ferrazza, vice direttore di Wired, in un post pubblicato oggi sul sito. “Il riferimento più alto è quello alla copertina dell’Economist in cui lo scolaretto presidente del Consiglio Matteo Renzi viene raffigurato con un gelato; quello più basso è, senza giri di parole, a un rapporto orale. E’ uno schifo. E la cosa peggiore è uno schifo a cui siamo abituati, quasi assuefatti. Sì, perché il pezzo di Chi non arriva all’improvviso. Sono anni/decenni che tutti i giornali si riempiono di contenuti irrilevanti e ininteressanti”. E chiama in causa l’Ordine dei giornalisti e i suoi tanto discussi corsi di aggiornamento: “Dovrebbe raccontare/spiegare/testimoniare che certi servizi un giornale non li può fare. E non perché il gossip non è giornalismo (lo è, eccome) ma perché queste non sono notizie”, continua Ferrazza.

Anche il giornalista Mauro Munafò, tramite il suo blog sull’Espresso, commenta indignato “la vergognosa pagina di Chi”: “E’vero che la malizia è negli occhi di chi guarda, ma ritengo sia incredibile pubblicare qualcosa del genere nel 2014. E questo va oltre le proprie convinzioni politiche”.

Intanto la ‘notizia non-notizia’ sta rimbalzando sui social con l’hashtag #gelato. Il popolo della Rete non risparmia i commenti: c’è chi ironizza, chi esprime solidarietà alla ministra e chi attacca direttamente il direttore di Chi, Alfonso Signorini, per la discutibile scelta. Della vicenda stanno discutendo in questi momenti anche le associazioni delle giornaliste italiane.

Il servizio di Chi

Il servizio di Chi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti