Telecom Italia entra nell’indice di sostenibilità Climate Disclosure Leadership Index Italy

(MF-DJ) Telecom Italia entra nell’indice di sostenibilità CDP  Italy 100 Climate Disclosure Leadership Index (CDLI Italy), diretta
emanazione del Carbon Disclosure Project, organizzazione no-profit tra le più importanti a livello internazionale impegnata nella valutazione della trasparenza nella diffusione di informazioni da parte delle aziende in tema di climate change.

Il CDLI Italy seleziona, tra le società quotate sugli indici FTSE MIB, FTSE Italia Small e Mid Cap, quelle che hanno dimostrato un approccio particolarmente proattivo verso la disclosure di informazioni riguardanti il cambiamento climatico. Con uno score complessivo di 93 su 100, Telecom Italia è così tra le 11 imprese leader dell’innovazione sostenibile per il
2014.

“Il riconoscimento ricevuto dal CDLI Italy testimonia il costante impegno di Telecom Italia nell’analizzare e valutare puntualmente il proprio impatto sul cambiamento climatico e nello sviluppo di soluzioni tecnologiche e gestionali, ad uso interno e dei propri clienti, e di strategie che permettano di ridurlo costantemente attraverso la continua ricerca dell’efficienza energetica e dell’uso di fonti di energia alternative”, ha dichiarato Marcella Logli, Direttore Corporate Social Responsibility del Gruppo Telecom Italia.(MF-DJ 5 novembre 2014)

Marcella Logli

Marcella Logli

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

A fine 2019 Rai perde ascolti ma resta prima tra le emittenti tv. Agcom: vendite quotidiani sempre in calo (-8%)

A fine 2019 Rai perde ascolti ma resta prima tra le emittenti tv. Agcom: vendite quotidiani sempre in calo (-8%)

Vendite dei quotidiani diminuite di un terzo in 5 anni, male anche le copie digitali. Osservatorio Agcom: a giugno bene ascolti Rai e Discovery

Vendite dei quotidiani diminuite di un terzo in 5 anni, male anche le copie digitali. Osservatorio Agcom: a giugno bene ascolti Rai e Discovery

Agcom, focus su tlc: la ‘pressione competitiva’ pesa sui ricavi. Nel 2018 persi 1.700 occupati

Agcom, focus su tlc: la ‘pressione competitiva’ pesa sui ricavi. Nel 2018 persi 1.700 occupati