Maurizio Costa:” Google è il motore del privilegio ora paghi tutti i diritti agli editori”

(MF-DJ) “Google è il motore del privilegio ora paghi tutti i  diritti agli editori”. Lo afferma in un’intervista a Repubblica, Maurizio Costa, presidente degli editori di giornali della Fieg, che considera ormai maturi i tempi perché l’Italia vari una “legge Google” come la  Spagna solo 7 giorni fa.

“Noi siamo favorevoli alla Rete e al digitale. Ma il colosso Usa rispetti i nostri contenuti. E deve anche versare le tasse in Italia: il
gettito fiscale finanzierà la banda larga e il wi-fi”. “Il governo – continuia – è sensibile al tema. Anche in Parlamento la discussione è
aperta. E tutte le autorità di garanzia del Paese hanno piena coscienza di quanto sia importante intervenire”.

“Chiediamo solo che paghi il giusto chi utilizza contenuti editoriali di proprietà di altri. È ora che questo gigante, come qualsiasi aggregatore di notizie di Internet, riconosca il diritto d’autore per gli articoli, le foto, i video linkabili da Google News”. Secondo Costa, Google “dovrebbe pagare le tasse per la quota di profitti che realizza in Italia, come fa ogni imprenditore. Invece ha stabilito la sua sede legale in Irlanda e si permette un’elusione fiscale molto ingente.

La mia proposta è di destinare il gettito fiscale al miglioramento delle infrastrutture tecnologiche del Paese. Penso al wi-fi, che non è ancora diffuso come vorremmo. E alla banda larga, che pure stenta”, conclude.(MF-DJ 7 novembre 2014)

Maurizio Costa

Maurizio Costa

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Audiweb Week, dati 9-15 novembre. Cresce l’audience per news e intrattenimento: broadcasters e siti food confermano trend positivo

Audiweb Week, dati 9-15 novembre. Cresce l’audience per news e intrattenimento: broadcasters e siti food confermano trend positivo

Sostenibilità. Riduzione delle emissioni e inclusione: gli obiettivi di l’Oréal per il 2030

Sostenibilità. Riduzione delle emissioni e inclusione: gli obiettivi di l’Oréal per il 2030

La cultura alle prese con il Covid. Due ricerche Intesa Sanpaolo raccontano i consumi culturali e il mercato dei festival

La cultura alle prese con il Covid. Due ricerche Intesa Sanpaolo raccontano i consumi culturali e il mercato dei festival