Gems rilancia Illibraio.it, nuovo sito per lettori, autori e librai

Sarà online lunedì 10 novembre la nuova versione del Illibraio.it del Gruppo editoriale Mauri Spagnol. “Un sito ecumenico e non dedicato, come quello attuale, soltanto ai titoli delle nostre case editrici”, spiega Stefano Mauri, presidente e amministratore delegato di Gems. “Un’iniziativa che consideriamo di complemento alla nostra attività culturale più che a quella strettamente editoriale e che nasce nello spirito della storica rivista Il librario che Leo Longanesi inventò e pubblico tra il ‘46 e il ‘49”.

Stefano Mauri

Stefano Mauri

A occuparsi del sito come web content manager è il giornalista Antonio Prudenzano, approdato a Gems lo scorso luglio dopo essere stato per tre anni responsabile della pagina Libri & Editori del quotidiano on line Affari Italiani. “Un sito come il nuovo Illibraio.it, che deve essere un luogo rilevante in Rete per lettori, autori e librai, risponde a un’esigenza di tutti gli editori”, sottolinea Alessandro Magno, da due anni direttore dell’area digital di Gems. “Sarà uno strumento nuovo, con contenuti giornalistici, interviste, interventi di specialisti e una modalità di ricerca dei titoli del tutto nuova, basata su una catalogazione di tipo editoriale, per aiutare i lettori a scoprire in modo non scontato quali libri possono interessarli”.

Nel digitale Gems sta investendo dal 2010, inizialmente sull’e-book, dove oggi il gruppo dichiara una quota di mercato del 18%, e ora anche sul web con una strategia di promozione del libro di cui il nuovo sito è il primo esempio. La versione di Illibraio.it on line dal 10 novembre verrà perfezionata con i suggerimenti degli utenti; a dicembre sarà disponibile la app e a febbraio sarà on line il database delle librerie italiane con geolocalizzazione, seguito in primavera dal database dei romanzi e relativa app.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti