Per la prima volta uno stand Italia alla Fiera del libro di Istanbul

Gli editori italiani vanno alla Fiera del Libro di Istanbul per la prima volta con uno stand dedicato: tredici le aziende che parteciperanno al più importante appuntamento del sempre più grande mercato editoriale turco, segno dell’interesse reciproco e di un rapporto che si sta consolidando.

L’editoria italiana e quella turca si incontrano infatti per la terza volta in un anno: a dicembre 2013 l’avvio al dialogo tra i due paesi con una delegazione di editori turchi invitati alla fiera Più libri più liberi a Roma, a febbraio di quest’anno una missione di editori italiani a Istanbul. I risultati positivi non si sono fatti attendere e hanno indotto l’Associazione Italiana Editori (Aie) e l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (Ice) a organizzare, per la prima volta, uno stand collettivo italiano alla Fiera del libro di Istanbul.

Marco Polillo, presidente Aie

Marco Polillo, presidente Aie

In un’area di 60 metri quadrati – si legge in una nota – esporranno i propri titoli 13 aziende italiane: Ats Italia Editrice, Bologna Children’s Book Fair, Casalini Libri, Maurizio Corraini Editore, De Agostini Libri, Elcograf, Gruppo Albatros Il Filo, Guerra Edizioni, Gribaudo IF-Idee Editoriali Feltrinelli, Loescher Editore, OL3, Sime, Zoolibri.

La fiera, in programma dall’8 all’11 novembre, è alla sua 33esima edizione, quest’anno avrà l’Ungheria come Paese Ospite d’onore e i ‘100 anni di Cinema Turco’ come tema centrale. In programma oltre 300 eventi fra interviste, dibattiti, letture e spazi dedicati ai bimbi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Vaccarono via da Google per diventare ceo e dg di Multiversity con e per CVC

Vaccarono via da Google per diventare ceo e dg di Multiversity con e per CVC

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo