Madonna Esterhazy di Raffaello in mostra a Milano

Non si interrompe la tradizione della mostra di fine anno a Palazzo Marino sede del Comune di Milano. Una bella consuetudine iniziata nel 2008 con l’esposizione della ‘Conversione di Saulo’ del Caravaggio grazie all’impegno del Comune e di Eni che negli anni successivi ha portato a Milano capolavori del Louvre e del Vaticano con un successo di pubblico straordinario. Code di centinaia di persone che in piazza della Scala aspettavano di accedere per vedere i magnifici allestimenti nella Sala Alessi.

Quest’anno Eni, in una fase di feroce spending review, ha deciso di passare la mano. Il testimone è stato raccolto sempre dal Comune con a fianco Intesa San Paolo e la Rinascente. L’iniziativa, che vede al centro la splendida opera di Raffaello proveniente dal Museo delle Belle Arti di Budapest (Szépművészeti Múzeum), sarà realizzata da Palazzo Reale e dal Museo delle Belle Arti di Budapest in collaborazione con le Gallerie dʼItalia di Piazza Scala, curata da Stefano Zuffi e organizzata con il contributo di  Arthemisia Group.

Madonna Esterhazy

Madonna Esterhazy

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nel primo semestre 2021 aumenta l’uso di Internet. Comscore: Cresce l’audience media mensile per Health (+9%) , Government (+18%) e Sport (+14%)

Nel primo semestre 2021 aumenta l’uso di Internet. Comscore: Cresce l’audience media mensile per Health (+9%) , Government (+18%) e Sport (+14%)

Boom degli investimenti pubblicitari digital anche a giugno, +37,2%. Fcp Assointernet: Primo semestre dell’anno “brillante” a +29,3%

Boom degli investimenti pubblicitari digital anche a giugno, +37,2%. Fcp Assointernet: Primo semestre dell’anno “brillante” a +29,3%

È morto Roberto Calasso, editore di Adelphi. Franceschini: Scompare pilastro dell’editoria italiana. Levi (Aie): Ha segnato la nostra cultura

È morto Roberto Calasso, editore di Adelphi. Franceschini: Scompare pilastro dell’editoria italiana. Levi (Aie): Ha segnato la nostra cultura