Jill Abramson, l’ex direttrice del New York Times, lancia una start up editoriale con Steven Brill: 100 mila dollari a pezzo

(Messaggero.it) Jill Abramson, l’ex direttrice del New York Times, è pronta per affrontare la sua nuova sfida che è quella di creare una start up. Lo sta facendo con Steven Brill (di CourtTV, American Lawyer e Journalism Online). E questo potrebbe anche non essere una grossa notizia.

Il vero fatto interessante è che Abramson sta facendo parlare si sé soprattutto per il compenso che offrirebbe ai giornalisti freelance. Ben 100.000 dollari ad articolo. Certo il pezzo sarà un po’ più lungo di quello classico da rivista, ma comunque non lungo come un libro.

La start up punterà sugli abbonamenti e i collaboratori potranno anche ricevere una percentuale del fatturato legato agli abbonamenti legati agli articoli scritti.

Leggi anche l’articolo su Poynter

Jill Abramson (foto Capitalnewyork)

Jill Abramson (foto Capitalnewyork)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

I nuovi dati Ads sulla diffusione della stampa. Vendite e abbonamenti carta e digitali di quotidiani e settimanali a marzo, dei mensili a febbraio

I nuovi dati Ads sulla diffusione della stampa. Vendite e abbonamenti carta e digitali di quotidiani e settimanali a marzo, dei mensili a febbraio

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social in aprile. Scanzi domina come sempre la classifica, seguito da Tosa e Porro

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social in aprile. Scanzi domina come sempre la classifica, seguito da Tosa e Porro

Investimenti pubblicitari a marzo, +30,7%. Primo trimestre +3,4% ma senza digital è -1,4%. Nielsen: mancano 125 milioni al pre-Pandemia

Investimenti pubblicitari a marzo, +30,7%. Primo trimestre +3,4% ma senza digital è -1,4%. Nielsen: mancano 125 milioni al pre-Pandemia