Fcp-Assoquotidiani ripubblica la campagna ‘Cancellare tutto’

Torna ‘Cancellare tutto’, la campagna realizzata dalla Lorenzo Marini Group per Fcp-Assoquotidiani per l’obbligo di pubblicazione dei bandi e avvisi di gara sui quotidiani.

La campagna, premiata col Press Editor Choice all’undicesimo Press & Outdoor Key Award, è uscita una prima volta nel 2013 per sensibilizzare il legislatore sul tema della prevista abolizione dell’obbligo di pubblicazione dei bandi di gara sui quotidiani. Fcp e le Concessionarie associate a Fcp-Assoquotidiani hanno deciso di ripubblicare la campagna da martedì 11 novembre sui principali quotidiani “per festeggiare il cliente, l’agenzia e rendere omaggio a Emilio Isgrò, maestro della Cancellatura a cui la campagna si ispira”. Ma anche e soprattutto – si legge in una nota – per sensibilizzare su un tema ancora di grande attualità come quello del passaggio alla sola pubblicità online degli atti di gara delle pubbliche amministrazioni a partire dal 2016. Questo “nonostante l’utilizzo della carta stampata a fianco della diffusione elettronica garantisca gli utenti meno organizzati, che hanno oggettivamente una minore facilità di accesso a Internet e costituiscono la fascia più bisognosa di tutela”, spiega la Federazione.

Domenico Ioppolo, presidente di Fcp-Assoquotidiani

Domenico Ioppolo, presidente di Fcp-Assoquotidiani

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, da Mibact  40 milioni per la filiera del libro. Firmati i decreti attuativi del Dl Rilancio

Editoria, da Mibact 40 milioni per la filiera del libro. Firmati i decreti attuativi del Dl Rilancio

Radio, con la Fase 2 torna a farsi sentire l’ascolto in auto (+20%). Ter: nuove abitudini con la “nuova normalità”

Radio, con la Fase 2 torna a farsi sentire l’ascolto in auto (+20%). Ter: nuove abitudini con la “nuova normalità”

Arriva il Fondo Salva Calcio della Figc: 21,7 milioni di euro. Gravina: volano per la ripresa del sistema calcio

Arriva il Fondo Salva Calcio della Figc: 21,7 milioni di euro. Gravina: volano per la ripresa del sistema calcio