Marco Falcone: “Le emittenti radiotelevisive devono essere mantenute e tutelate, oggi invece rischiano la chiusura”

Condividi

(ITALPRESS) – “Le emittenti radiotelevisive private siciliane rappresentano una risorsa importante nel panorama informativo regionale, voci libere che devono essere mantenute e tutelate, e che oggi sono invece a grave rischio sopravvivenza”.Ad affermarlo e’ Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Ars, primo firmatario dell’interrogazione parlamentare rivolta al presidente della Regione, Rosario Crocetta.

“Se da un lato – aggiunge – l’Autorita’ per le Garanzie nelle Comunicazioni ha modificato il piano nazionale di assegnazione delle frequenze, prevedendo lo spegnimento di tutte quelle che provocherebbero interferenze nei confronti di Stati esteri confinanti, con grave danno per le emittenti siciliane che sarebbero in gran parte costrette a cessare l’attivita’, licenziando tutto il personale, dall’altro la rideterminazione delle quote a carico delle radio e tv per l’utilizzo dell’etere ha raggiunto livelli difficili da sostenere.

Forza Italia chiede pertanto al Governo regionale di prendere posizione in merito, interagendo con Roma e sollecitando un confronto tra l’esecutivo nazionale e le associazioni di categoria. Chiediamo altresi’ a Rosario Crocetta di attivarsi presso Palazzo Chigi per tutelare la liberta’ d’informazione in Sicilia, scongiurando l’oscuramento di tante radio e tv”. L’interrogazione e’ stata firmata anche dal vicecapogruppo azzurro Vincenzo Figuccia e dai deputati Giorgio Assenza, Bernardette Grasso, Giuseppe Milazzo, Alfio Papale e Riccardo Savona. (Italpress, 10 novembre 2014).

Marco Falcone
Marco Falcone