Luxuria ospite del Tg di Tv2000. Adinolfi: “E’ come far entrare il cavallo di Troia in città e scambiarlo per un dono”

Vladimir Luxuria sarà questa sera alle 20,30 ospite del Tg di Tv2000, l’emittente della Conferenza Episcopale Italiana. Lo ha rivelato la stessa Luxuria all’Adnkronos, spiegando di essere stata contatta “via mail una settimana fa dal giornalista Cesare Cavoni”. Il compito dell’ex parlamentare di Rifondazione Comunista sarà quello di “commentare le notizie del giorno, esattamente come tanti altri ospiti. Per questo ringrazio la tv dei vescovi e confesso di avere accettato molto volentieri l’invito. Trovo che sia un grande segnale di apertura – afferma Luxuria – e credo sia giusto che la Chiesa, attraverso questo organo di informazione, si confronti anche su temi sui quali la pensa diversamente”.

Vladimir Luxuria (foto Olycom)

Vladimir Luxuria (foto Olycom)

Luxuria – si legge sull’Adnkronos – tiene a sottolineare di non essere stata chiamata “in qualità di attivista dei diritti civili, per partecipare a un dibattito sulla famiglia, ma come personaggio pubblico, esattamente come tutti gli altri, senza differenziazioni ideologiche, per commentare i fatti di attualità, dalla politica all’economia, alla cronaca. Per questo – conclude – io che sono abituata a rispettare tutti avendo dovuto lottare molto per essere rispettata, andrò domani negli studi di Tv2000 con il massimo rispetto, convinta che si debba sempre fare un passo avanti nei confronti degli altri e non aspettare che gli altri lo facciano prima di noi”.

Ma la scelta dell’emittente cattolica, che con la nuova dirigenza sta vivendo un radicale rinnovamento in direzione di “una tv in uscita, come la Chiesa proposta dal Papa”, ha sollevato alcune polemiche. Mario Adinolfi ad esempio, ex deputato Pd, ha invitato Paolo Ruffini ed Alessandro Sortino, rispettivamente direttore editoriale e direttore creativo, a ritirare l’invito. Scrive Adinolfi su Facebook: “Il Cardinale Bagnasco ha perfettamente ragione, le nozze gay sono un cavallo di troia. Cari Ruffini e Sortino, cari giornalisti della tv dei vescovi italiani, scegliere come opinionista Vladimir Luxuria somiglia tanto a far entrare il cavallo di Troia in città e scambiarlo per un dono. Non siamo all’Isola dei Famosi o al Grande Fratello, non occorre essere proni al politically correct più deteriore per fare buona e vivace tv. Si può avere un altro opinionista a Tv2000 per favore?”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Edicola, La strada giusta per il dopo. Gli editoriali del 2 giugno di Verdelli sul ‘Corriere’ e di Mauro su ‘Repubblica’

Edicola, La strada giusta per il dopo. Gli editoriali del 2 giugno di Verdelli sul ‘Corriere’ e di Mauro su ‘Repubblica’

Gazzetta dello Sport, l’assemblea approva la solidarietà con riduzione dell’orario del 15%

Gazzetta dello Sport, l’assemblea approva la solidarietà con riduzione dell’orario del 15%

<strong> 1 giugno </strong> Il giovane Montalbano doppia Dunkirk. Brignano batte Ranucci e Porro. Gruber fa 8 e mezzo

1 giugno Il giovane Montalbano doppia Dunkirk. Brignano batte Ranucci e Porro. Gruber fa 8 e mezzo