Wind, primi nove mesi dell’anno con ricavi pari a 3,511 miliardi di euro

Condividi

(MF-DJ) Wind chiude i primi nove mesi dell’anno con ricavi totali pari a 3,511 miliardi di euro, in diminuzione del 6,3%, con un trend del terzo trimestre in netto miglioramento rispetto alla prima parte dell’anno

Nella telefonia mobile i ricavi totali diminuiscono dell’8,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente come conseguenza della forte competizione commerciale del 2013. La debole performance dei servizi tradizionali è tuttavia compensata dalla notevole crescita dell’internet mobile che vede i ricavi in aumento del 18,2% e i clienti in aumento del 23,7% ad oltre 10 milioni. Nel segmento fisso, i ricavi totali si mantengono stabili (-0,2%) nei primi nove mesi dell’anno, mentre nel segmento broadband Wind conferma la forza della propria proposta commerciale con i ricavi broadband ULL che aumentano del 5,4%.

L’Ebitda si attesta a 1,38 mld, in diminuzione del 4,0% per effetto di iniziative di riduzione dei costi, che includono un innovativo piano di insourcing e miglioramento della produttività lanciato a settembre. L’Ebitda al netto delle partite non ricorrenti decresce del 7,5%. Il margine Ebitda è in miglioramento di un punto percentuale a 39,5%. Nei primi nove mesi del 2014, Wind ha investito circa 500 mln non solo nell’ampliamento della copertura 4G, ora disponibile in più di 300 città con una copertura stimata entro fine anno del 35% della popolazione, ma anche nel potenziamento e rafforzamento della propria rete HSPA+.(MF-DJ 12 novembre 2014)