Anche su YouTube arriva la musica a pagamento. Con Music Key parte la sfida allo streaming di Spotify e al download di iTunes

(Lastampa.it) YouTube cambia volto: con il lancio di Music Key, è un po’ meno piattaforma di video realizzati dagli utenti e un po’ più mezzo di distribuzione di contenuti. Lo scontro frontale è con Spotify e con i servizi di streaming musicale, perché a breve su YouTube saranno disponibili milioni di canzoni in video senza pubblicità, ma a pagamento. E se il video non c’è, si può ascoltare solo la musica. 

Music Key sarà attivo in fase beta, cioè di test su invito, a partire dal 17 novembre in sette Paesi (Italia, Gran Bretagna, Finlandia, Irlanda, Spagna, Stati Uniti, Portogallo). Per i primi sei mesi sarà gratuito poi costerà 7,99 euro, poi 9,99 euro, un prezzo allineato a quello dei concorrenti come Spotify (che però è solo audio). Music Key permetterà di vedere milioni di video musicali senza spot pubblicitari; di ascoltare musica su smartphone e tablet, anche in background, cioè con la riproduzione che continua anche quando si esce dall’app; si potranno poi scaricare i brani e riprodurli anche senza connessione Internet. Il servizio darà inoltre accesso illimitato a Google Play Music, che include oltre 30 milioni di canzoni solo in audio.

Susan Wojcicki ceo di Youtube (foto Ibitimes)
Susan Wojcicki ceo di Youtube (foto Ibitimes)

Solo pochi giorni fa il Wall Street Journal aveva spiegato che Susan Wojcicki – la manager che ha assunto le redini di YouTube a inizio anno – stava valutando nuove strade per aumentare i ricavi e i profitti della piattaforma acquistata da Google nel 2006 per 1,65 miliardi di dollari e che ha superato da tempo il traguardo del miliardo di iscritti. E dopo la musica, il servizio a pagamento potrebbe essere esteso ad altri settori come il cinema o i programmi tv.

In attesa di Music Key, da subito arriva un restyling di YouTube, sia sul sito che sull’app (prima su Android, poi nella versione per iOS): con una nuova tab dedicata alla sezione musicale dove sarà possibile, creare playlist, interagire con gli artisti, trovare schede informative sui cantanti, la loro discografia completa, remix e cover degli utenti, m anche ascoltare musica in alta qualità. Le novità di YouTube possono rappresentare anche una nuova forma di guadagno per gli artisti che, oltre a percentuali sulla pubblicità, potrebbero contare anche sugli incassi provenienti dagli abbonamenti.

«Grazie ai vostri video, ai vostri remix, alle vostre cover e non solo siamo diventati il più grande servizio musicale del mondo», spiega l’azienda in un post ufficiale. E le case discografiche hanno la possibilità di monetizzare il lavoro fatto dai fan: YouTube mette infatti a loro disposizione il sistema Content ID, che riconosce i brani nei vari video e offre ai titolari del copyright la possibilità di chiedere la rimozione della musica o di incassare un cifra minima per ogni click. Tutto mentre i ricavi si stanno spostando sempre più sul digitale e sullo streaming, con iTunes di Apple che per la prima volta nella sua storia denuncia un calo di vendite e incassi, segno che il calo dei download sta colpendo anche il più grande negozio di musica del mondo.

http://www.lastampa.it/2014/11/12/tecnologia/su-youtube-servizio-di-musica-a-pagamento-GdPSurTbzL6c4c5cmTL7FK/pagina.html

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Facebook, critiche di manager e dipendenti a Zuckerberg: non fa nulla contro Trump. Lui si difende: decisione dura

Facebook, critiche di manager e dipendenti a Zuckerberg: non fa nulla contro Trump. Lui si difende: decisione dura

Lavazza lancia un docufilm dal contenuto sociale. Giorda: una storia di rinascita e speranza; commerce adv sempre più importante

Lavazza lancia un docufilm dal contenuto sociale. Giorda: una storia di rinascita e speranza; commerce adv sempre più importante

Premier League verso la ripresa. Sulla Bbc per la prima volta 4 match live in chiaro

Premier League verso la ripresa. Sulla Bbc per la prima volta 4 match live in chiaro