Al via il 1° dicembre la nuova Mediaset Premium. Assemblea dei soci il 26 novembre

Come anticipato qualche settimana fa da Primaonline.it, il consiglio di amministrazione di Rti, riunito oggi, ha deliberato il conferimento del ramo di azienda costituito dal complesso delle attività tv a pagamento alla nuova società Mediaset Premium Spa, operativa a partire dal 1° dicembre 2014.

Entro il mese di dicembre – comunica il gruppo in una nota – l’operatore spagnolo Telefonica (tramite la controllata Telefonica de Contenidos) acquisirà una partecipazione nella nuova società pari all’11,11%. Il restante 88,89% rimarrà al momento in capo alla stessa Rti che ribadise la propria disponibilità a esaminare eventuali ingressi di partner industriali di rilievo per rafforzare la dimensione tecnologica e internazionale della nuova offerta.

Franco Ricci

Franco Ricci

A Mediaset Premium Spa saranno conferiti 267 dipendenti tra dirigenti, impiegati, tecnici e giornalisti già in forza al Gruppo Mediaset. L’assemblea dei soci è convocata per il 26 novembre ed eleggerà il nuovo Consiglio di amministrazione. Nel ruolo di amministratore delegato di Mediaset Premium Spa è designato Franco Ricci, già responsabile delle attività pay di Mediaset, a cui riporteranno il direttore Contenuti Yves Confalonieri, il direttore Commerciale Marco Rosini, il direttore Tecnologie Eugenio Pettazzi e il direttore Sistemi Informativi Domenico Alessio.

Mediaset Premium Spa “ha l’obiettivo di focalizzare e sviluppare con sempre maggior impegno le attività di produzione e distribuzione di contenuti trasmessi sulle piattaforme a pagamento Mediaset, nonché di valorizzare ulteriormente i recenti investimenti effettuati dal Gruppo per l’acquisizione di significativi diritti sportivi in esclusiva assoluta per i prossimi anni”. Il progetto industriale – spiega Mediaset – prevede “un generale innalzamento qualitativo del prodotto Premium che si svilupperà anche sulle nuove piattaforme di distribuzione. Premium sarà offerta alla nuova clientela con innovativi servizi a valore aggiunto, compresi abbonamenti integrati di nuova generazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Le famiglie italiane e la loro ‘nuova normalità digitale’ nel rapporto Auditel/Censis sul lockdown

Le famiglie italiane e la loro ‘nuova normalità digitale’ nel rapporto Auditel/Censis sul lockdown

Rai, per il sottosegretario Martella serve cambiare governance e sistema

Rai, per il sottosegretario Martella serve cambiare governance e sistema

Mia, boom di presenze: 8mila visite on site e online, tantissimi gli stranieri da 50 Paesi

Mia, boom di presenze: 8mila visite on site e online, tantissimi gli stranieri da 50 Paesi