Pace tra Amazon e Hachette sul prezzo di libri ed ebook. La casa editrice manterrà il diritto di fissare il costo dei volumi

(Lastampa.it) Pace fatta tra Amazon e Hachette. Il colosso di Jeff Bezos e l’editore francese hanno raggiunto un accordo che mette fine alla lunga battaglia sul «prezzo equo» degli e-book. Sui termini puntuali dell’intesa vige ancora il massimo riserbo, ma entrambe le parti in causa si sono dette soddisfatte di quanto è stato deciso nelle ultime ore. Secondo il New York Times, Hachette, quarta casa editrice al mondo, manterrà il diritto di fissare i prezzi dei libri venduti in formato digitale, uno degli aspetti più controversi del contenzioso con Amazon. A sua volta il colosso delle spedizioni, ha ottenuto garanzie che gli permettono di salvaguardare vantaggi competitivi nella distribuzione dei volumi in formato digitale. «Questa è una grande notizia per i nostri autori», commenta a caldo Michael Pietsch, amministratore delegato di Hachette. 

Amazon-Hachette libri (foto Primaonline.it)

Amazon-Hachette libri (foto Primaonline.it)

David Naggar, dirigente di Amazon, si limita a dire invece di «essere soddisfatto dell’accordo che include incentivi finanziari specifici formulati per consentire ad Hachette di applicare prezzi più contenuti». L’intesa pone fine così a un contenzioso non solo commerciale ma anche culturale, riflesso di una contrapposizione tra mondi e diversi, come spiega il Times, «tra East e West Coast, tra massa e cultura, tra tecnologisti e tradizionalisti, tra predatori e prede». Il conflitto nasceva dalla volontà di Amazon di abbassare i prezzi degli e-book, un modo fra l’altro per «agevolare» la diffusione della cultura, non per penalizzarla. Hachette rivendicava invece il diritto di stabilire termini di prezzo che riflettessero «il valore autentico degli autori, e il lavoro svolto dall’editore, dal marketing alla distribuzione».

A causa della disputa, la creatura di Jeff Bezos aveva iniziato un’opera di ostruzionismo rendendo complicato l’ordine di libri di autori come JK Rowling e James Patterson, attraverso escamotage tecnici. Una battaglia commerciale che, secondo lo scrittore Douglas Preston, vedeva tra i veri sconfitti gli autori, e per questo meritevole della più ampia «mobilitazione intellettuale» possibile. E che ha preso forma la scorsa estate in una lettera aperta a tutta pagina pubblicata sempre dal New York Times forte della firma di oltre 900 scrittori e intellettuali, tra cui Stephen King e John Grisham. Una radicalizzazione del confronto tale da renderlo finanche insanabile, sino all’annuncio di ieri.

http://www.lastampa.it/2014/11/14/economia/pace-tra-amazon-e-hachette-sul-prezzo-di-libri-ed-ebook-pAf5YovSUfWDcPzqVpqQGO/pagina.html

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> 19 giugno </strong> Gli Azzurrini perdono con la Polonia ma battono la D’Urso

19 giugno Gli Azzurrini perdono con la Polonia ma battono la D’Urso

Disney per battere Netflix punta sulla streaming tv Disney+ e sui parchi giochi Star Wars Land

Disney per battere Netflix punta sulla streaming tv Disney+ e sui parchi giochi Star Wars Land

YouTube sotto indagine in America per i video per bambini: nel mirino contenuti e pratiche commerciali

YouTube sotto indagine in America per i video per bambini: nel mirino contenuti e pratiche commerciali