Giunti allarga la rete e prepara lo sbarco in Spagna. Accordo con Amazon sul digitale

Giunti Editore prevede di chiudere il 2014 con ricavi in crescita del 3% e, intanto, continua ad aprire nuove librerie: 12 quest’anno (2 entro fine mese), 15 l’anno prossimo. Per un numero totale (a fine 2014) di 175 librerie in tutta Italia, soprattutto in provincia, e a gestione diretta. Lo scrive oggi il Corriere della Sera, secondo il quale l’obiettivo di Giunti sarebbe quello di lanciare un nuovo modello per integrare lettura tradizionale e digitale, grazie all’accordo ufficializzato ieri con Amazon per distribuire in esclusiva nel canale librerie (con l’eccezione di Hoepli a Milano) l’e-reader Kindle e Kindle Paperwhite.

Martino Montanarini (foto Businesspeople.it)

Martino Montanarini (foto Businesspeople.it)

Inoltre – continua il Corriere – le librerie Giunti realizzeranno, con il supporto tecnologico di Amazon, un negozio online dove i lettori avranno accesso ai prodotti venduti su Amazon.it, oltre che a libri e cd e dvd, guadagnando punti Giunti da spendere poi nelle librerie fisiche.

Lo sviluppo della casa editrice passa anche attraverso l’internazionalizzazione: “Da tempo cerchiamo di fare acquisizioni sul mercato inglese e spagnolo, e ora siamo in trattativa con una casa editrice in Spagna”, anticipa al Corriere il ceo di Giunti, Martino Montanarini.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Quotidiani, a marzo crollo degli investimenti pubblicitari, -33,7%. Fcp Assoquotidiani: primo trimestre -17,7%

Quotidiani, a marzo crollo degli investimenti pubblicitari, -33,7%. Fcp Assoquotidiani: primo trimestre -17,7%