Il canone Rai nella bolletta elettrica, anche per chi ha pc e tablet

La riforma del canone Rai è pronta per andare in onda con l’approvazione di Matteo Renzi. Secondo quanto riporta oggi Il Messaggero, l’imposta si pagherà con la bolletta della luce con l’obiettivo dichiarato di garantire all’azienda di viale Mazzini un gettito di 1 miliardo e 800 milioni di euro l’anno. Più o meno quanti la Rai ne incassa ora ma chiedendo agli italiani un importo inferiore agli attuali 113,50 euro, cifra uguale quasi per tutti.

Antonello Giacomelli

Antonello Giacomelli

Il Messaggero spiega che continueranno ad esserci le fasce di esenzione e i bonus per i meno abbienti, anche se a farne richiesta finora è stato solo il 30% delle famiglie disagiate. Tutti gli altri pagheranno dai 35 ai 75/80 euro in media, circa 60 euro – visto che la cifra varierà in base agli indicatori Isee. Per non pagare la tassa bisognerà dimostrare di non possedere una tv o anche qualsiasi dispositivo (device) con cui sintonizzarsi sui programmi del servizio pubblico: tablet, ipad, smartphone, pc.

Il sottosegretario alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli, ha trasmesso la sua proposta emendativa inoltrandola ministro dell’Economia per la relazione tecnica. É la prassi. Dopo l’esame sarà il governo a decidere quale sarà lo strumento legislativo, se presentare un emendamento alla legge di Stabilità o varare un decreto ad hoc.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Carlo Verdelli torna al Corriere della Sera come editorialista

Carlo Verdelli torna al Corriere della Sera come editorialista

Lodo Via Solferino, la Camera arbitrale ha deciso: valida la vendita, ma è possibile un risarcimento per Rcs

Lodo Via Solferino, la Camera arbitrale ha deciso: valida la vendita, ma è possibile un risarcimento per Rcs

Cinema e tv: accordo imprese-sindacati sul protocollo per la ripresa delle produzioni

Cinema e tv: accordo imprese-sindacati sul protocollo per la ripresa delle produzioni