Giù il server DoubleClick di Google:  2 milioni di dollari persi e un impatto negativo su oltre 55mila siti

Il server DoubleClick di Google, l’infrastruttura tecnologia pubblicitaria che consente di creare e gestire il digital advertising e alimenta la pubblicità per innumerevoli editori, è caduto mercoledì mattina. Dalle 9 alle 10.30 del 12 novembre il server è stato fuori servizio.  Un’ora e mezza di ‘buco’ che ha comportato notevoli perdite e disagi.
Lo rivela Outage Analyzer, un servizio online gratuito ideato da Dynatrace (precedentemente nota come Compuware) che permette di visualizzare in tempo reale in tutto il mondo dove avvengono le interruzioni di servizio da parte di applicazioni web, mobile e per il cloud. Outage Analyzer monitora costantemente la rete correlando oltre otto miliardi di data point al giorno e fornisce informazioni sul motivo, la durata e le cause possibili dell’evento, il tutto visualizzato in tempo reale (altre informazioni sul funzionamento di questo tool si trovano nel sito di Compuware).
Secondo le rilevazioni di Outage Analyzer, il malfunzionamento del server DoubleClick ha avuto un impatto suo 55.185 siti web in tutto il mondo, tra cui quelli dei maggiori gruppi editoriali, come il Wall Street Journal, Wired, Forbes e il Guardian.
Dynatrace ha stimato anche il danno per questo disservizio: circa 2 milioni di dollari. Perdita economica legata alle impression non registrate ma anche al sostanziale rallentamento dei siti con pagine caricate più lentamente, video non visibili e link non cliccabili. Aspetti che possono portare facilmente gli utenti ad abbandonare del tutto il sito che hanno scelto di visitare.
Google ha imputato il malfunzionamento a un bug del software e i dati Dynatrace confermano che si è trattato di un problema interno all’infrastruttura.

Michael Allen, vice presidente Emea strategic partners and business development di Dynatrace

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, Fieg: subito misure per la pubblicità incrementale su stampa. Governo e parlamento trovino l’iter per approvare la norma

Editoria, Fieg: subito misure per la pubblicità incrementale su stampa. Governo e parlamento trovino l’iter per approvare la norma

Inpgi, ok commissioni a emendamento: stop commissariamento. Un anno per riforma, poi intervento Governo su platea

Inpgi, ok commissioni a emendamento: stop commissariamento. Un anno per riforma, poi intervento Governo su platea

Axel Springer guarda al B2b e prepara la fusione tra eMarketer e Insider

Axel Springer guarda al B2b e prepara la fusione tra eMarketer e Insider